Venerdì, 20 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Catanzaro, troppe ombre sul sistema carcerario
L'INTERVENTO

Catanzaro, troppe ombre sul sistema carcerario

di
L’analisi del presidente della Corte d’Appello Domenico Introcaso nella relazione per l’inaugurazione dell’anno giudiziario
Catanzaro, Cronaca
Il carcere di Catanzaro in località Siano

Il carcere rischia di diventare «luogo di sopraffazione e scuola del crimine». È l’allarme del presidente della Corte d’appello di Catanzaro Domenico Introcaso che nella sua relazione per l’inaugurazione dell’anno giudiziario ha dedicato un capitolo alla realtà dei penitenziari calabresi. Se i problemi di sovraffollamento appaiono essere risolti (tranne nel carcere di Crotone dove ci sono circa il 45% in più di detenuti), si fa «critica» la situazione dell’assistenza sanitaria. Una realtà divenuta ancor più evidente con l’esplosione della pandemia da Covid 19. Come nel carcere di Catanzaro, cita ad esempio il presidente Introcaso, dove si è sviluppato un focolaio nel marzo 2021 che ha coinvolto circa 100 persone tra agenti e detenuti provocando la morte di tre ristretti.
Tra le criticità evidenziate dal presidente c’è il Servizio multiprofessionale Integrato di Assistenza Intensiva (S.A.I.), istituito presso la Casa Circondariale “Ugo Caridi” di Catanzaro. Una struttura sanitaria interne e dedicata ai detenuti con un servizio di riabilitazione estensiva, di fisioterapia, un servizio di degenza per riabilitazione psichica e accertamento della infermità psichica, laboratori specialistici con una sezione di Medicina generale. È stato inaugurato nel settembre del 2017 eppure a distanza di quasi quattro anni dal taglio del nastro il quadro fornito da Introcaso ha più ombre che luci. La piscina per l’idrokinesiterapia non è mai entrata in funzione, «né vi sono altre attrezzature per la mobilizzazione passiva dei detenuti». Restano gravi le carenze strutturali, aggiunge il presidente, «l’inadeguatezza delle docce per i paraplegici» e il «non agevole» accesso in bagno per i detenuti in carrozzina.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook