Venerdì, 20 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Vibo, senza manutenzione boom dei costi: la piscina di Maiata potrebbe restare chiusa
IMPIANTI

Vibo, senza manutenzione boom dei costi: la piscina di Maiata potrebbe restare chiusa

di
L’assessore Falduto non si sbilancia sui tempi ma l’utenza incalza

Si intensifica il movimento civico a favore della riapertura della piscina comunale di località Maiata. I social continuano a tenere alta l’attenzione su una questione che ha dell’inverosimile. «Una città capoluogo di provincia – denuncia la maggior parte dei cittadini – non può essere defraudata di una struttura così importante».

Ma andiamo a ritroso. La piscina comunale aveva chiuso le porte a causa della pandemia con la riapertura solo agli atleti per gli allenamenti utili alle attività agonistiche. A luglio scorso è subentrato il fallimento della Cosenza Nuoto Ssd, che gestiva la struttura ed era a tal fine titolare di un contratto con scadenza 2023. Sembra che alla base della dichiarazione di fallimento ci sia stato il mancato pagamento delle bollette del gas.

Ancor prima la gestione era stata in mano alla Nautilus Nuoto. Nel 2013 dopo diversi bandi andati a vuoto e una manifestazione di interesse, la società di Cosenza fu preferita ad una cooperativa tutta vibonese. Adesso il Comune, proprietario della struttura, si ritrova a dover interloquire con il curatore fallimentare, nominato dal Tribunale di Cosenza. Ma la situazione si complica perché, per poter riaprire, la piscina ha bisogno di numerosi interventi di manutenzione.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook