Martedì, 05 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Lamezia, avvocati accusati di truffa all’erario: sospensione annullata
LA DECISIONE

Lamezia, avvocati accusati di truffa all’erario: sospensione annullata

di
Catanzaro, Cronaca
Il Tribunale di Catanzaro sede dell'ufficio Gip-Gup

Possono tornare a esercitare liberamente la loro professione gli avvocati lametini Giuseppe Lucchino e Paola Tropea. I due coniugi lo scorso febbraio erano stati destinatari di una misura interdittiva emessa su ordinanza del gip di Catanzaro che ieri il Tribunale del Riesame del capoluogo, in funzione di Giudice dell’appello, ha annullato accogliendo le tesi dei loro legali, gli avvocati Francesco Gambardella e Michele Cerminara.

Le accuse ipotizzate nei confronti di Lucchino e Tropea sono di truffa e falso in atto pubblico in danno dell’Agenzia delle Entrate di Catanzaro. La misura cautelare emanata in un primo momento dal giudice delle indagini preliminari, e ora annullata dal Riesame prevedeva il divieto di esercizio per un anno della professione di avvocato perché, secondo le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Lamezia e condotte dai militari del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Catanzaro, i due legali del Foro lametino avrebbero intentato azioni esecutive nei confronti dell’Agenzia delle Entrate del capoluogo per crediti legati, secondo l’accusa, a imposte non dovute, anche attraverso la materiale falsificazione di un provvedimento di assegnazione delle somme a firma del Giudice dell’esecuzione, così da continuare a vantare un credito verso l’Erario.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook