Giovedì, 30 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Tirocinanti calabresi, incontro a Soverato: "Riconvocare tavolo con la Regione"
LA PREOCCUPAZIONE

Tirocinanti calabresi, incontro a Soverato: "Riconvocare tavolo con la Regione"

Continuano gli incontri che Nidil-Cgil, Felsa-Cisl e Uiltemp-Uil, con i relativi segretari, Ivan Ferraro, Gianni Tripoli e Luca Muzzopappa, stanno tenendo con i tirocinanti nei vari enti calabresi. Così dopo quelle tenutesi nel cosentino, l’ultima si è volta giorno 25 maggio nella sala consiliare del Comune di Soverato.

Presenti numerosi sindaci dell’hinterland, tra i quali Daniele Vacca (Sindaco facente funzione di Soverato), Pasquale Muccari (Sindaco di Squillace), Mario Migliarese (Sindaco di Montepaone), Rosaria Giuseppina Rizzo (Vicesindaco di Chiaravalle), Gregorio Gallello (Sindaco di  Gasperina), e Domenico Emanuele (Sindaco di Palermiti), oltre al Consigliere regionale Ernesto Alecci.

Anche in questo caso - si legge in una nota a firma di Ivan Ferraro (Nidil Cgil), Gianni Tripodi (Felsa Cisl) e Luca Muzzopappa (UilTemp) -

era palpabile la preoccupazione dei lavoratori, circa 4500 uomini e donne distribuiti soprattutto nei Comuni di tutto il territorio regionale, che tra qualche mese termineranno la seconda annualità di Tirocinio di Inclusione Sociale non avendo ancora chiare le prospettive future. Una problematica che giusto ieri è anche balzata agli “onori” delle cronache nazionali e costantemente attenzionata da queste Organizzazioni Sindacali. Una preoccupazione che attraversa anche gli Enti locali che li ospitano, visto che stanno sopperendo a diverse carenze degli organici sia nei settori amministrativi che in quelli della manutenzione, dove si sono integrati perfettamente spesso divenendo indispensabili. Le voci che in questi giorni si stanno susseguendo sono troppe e confuse e ciò non alimenta un clima sereno, cosa questa indispensabile se si vuole realmente raggiungere un risultato concreto.

Quel che emerso chiaramente è che, vista la portata del problema, servirà fare squadra, superare le divisioni, qualunque esse siano, per assicurare una continuità lavorativa per questi uomini e queste donne, che da anni stanno sopperendo alla ormai nota carenza di personale delle amministrazioni comunali.

D’altra parte, sul tema, già dai primi incontri tenutisi con il Presidente Occhiuto e l’Assessore Princi, Nidil-Cgil, Felsa-Cisl e Uiltemp-Uil, si era prospettato il ricorso ai nuovi strumenti previsti dal Governo di Roma in materia di PNRR, programmi GOL e politiche del lavoro. Occorre però capire quali opzioni possono normativamente ed economicamente essere messe in campo per creare lavoro vero.

Per questo è necessario riconvocare quel tavolo tecnico di costante confronto con la Regione e tutti gli attori del sistema, tra cui l’ANCI Calabria, affinché su questi temi si possa innanzitutto fare chiarezza per poi affrontarli in maniera chiara e auspicabilmente definitiva.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook