Mercoledì, 06 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Persone con mobilità ridotta, all'aeroporto di Lamezia si corre ai ripari
TRASPORTI

Persone con mobilità ridotta, all'aeroporto di Lamezia si corre ai ripari

di
La Sacal ha deciso di utilizzare il personale addetto al Pronto soccorso

Continua la «pazza» gestione del personale per le persone con ridotta mobilità all’aeroporto di Lamezia Terme: nelle giornate di ieri e oggi ci sono stati notevoli ritardi su tutti i voli diretti a Londra, Jget, Ryanair e Ita, e addirittura un aereo diretto a Milano stava per cancellare il volo con i passeggeri già imbarcati. A raccontarlo, dietro testimonianza quotidiana dei lavoratori Sacal, è ancora una volta l'associazione lametina "Italia Nostra". Nelle scorse settimane, infatti, si sono registrati diversi disagi a seguito dei quali sono giunte cattive recensioni sullo scalo lametino da parte dei passeggeri in transito dall’aeroporto più importante della Calabria.
In particolare, ad avere la peggio è il settore che riguarda l'assistenza e accoglienza ai disabili, uno dei settori più importanti che, se non reso funzionante, lede la dignità umana e il principio di uguaglianza. «Ci chiediamo perché la Sacal, in particolare il responsabile - stigmatizzano i rappresentanti di Italia Nostra - continui con questa mal gestione del personale. In favore di qualche rendiconto? Senza pensare ai padri di famiglia rimasti a casa senza percepire uno stipendio e senza prospettiva alcuna per il futuro».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook