Giovedì, 11 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Crotone, "Legalità-Sport senza frontiere" senza Rup: si dimette l’architetto Achille Tricoli
LA DECISIONE

Crotone, "Legalità-Sport senza frontiere" senza Rup: si dimette l’architetto Achille Tricoli

di
Il funzionario ha lasciato l'incarico con una lettera nella quale ha spiegato le motivazioni: "Prendo atto della inutilità della mia funzione e delle mie prerogative"
crotone, dimissioni, rup, Catanzaro, Cronaca
Il Comune di Crotone

Ha lasciato l’incarico di responsabile unico del procedimento del Pon “Legalità – Sport senza frontiere” in capo al Comune di Crotone sbattendo la porta. «Prendo atto della inutilità della mia funzione e delle mie prerogative di Rup rassegnando le dimissioni da tale incarico», ha scritto l’architetto Achille Tricoli, funzionario dell’ente di piazza della Resistenza, in una missiva inviata l’altro giorno alla dirigente dei settori Urbanistica e Lavori pubblici, Clara Caroli.

Resta così scoperto della figura di chi vigila e coordina le attività di un importante investimento del quale il Municipio è titolare: si tratta infatti di oltre 1 milione e 800 mila euro che sono stati messi a disposizione dal ministero dell’Interno per investirli, si legge nelle indicazioni del governo, in opere finalizzate a rendere lo sport come una «leva per l’integrazione». Nella lettera di dimissioni, Tricoli parla degli impegni «a tempo pieno» relativi «alle attività di redazione delle numerose documentazioni di inizio progetto» di Antica Kroton (il maxi piano archeologico e di riqualificazione urbana della portata di circa 61 milioni di euro) «con scadenze abbastanza ravvicinate – il 15 luglio – entro le quali tutta la produzione amministrativa e progettuale deve essere inviata a Invitalia per il prosieguo delle procedure di gara».

Ma la goccia che avrebbe fatto “traboccare il vaso” si sarebbe verificata lo scorso fine maggio, «data di consegna degli elaborati da parte del progettista», quando secondo il funzionario non ci sarebbe stata alcuna «interlocuzione» né con la dirigente Caroli e né con l’assessore di riferimento. In più, termina la missiva, nonostante l’assenza di dialogo con dirigenza e amministrazione comunale che sarebbe durato per diverso tempo, Tricoli evidenzia l’invito arrivato alle 15.30 dello scorso mercoledì per «partecipare alla conference call» per fare il punto sugli interventi in programma che si sarebbe dovuta tenere alle 16. Si spiega così la scelta del funzionario di lasciare l’incarico di responsabile unico del procedimento del Programma operativo nazione “Legalità -Sport senza frontiere”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook