Giovedì, 06 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Catanzaro, Fiorita avvia ricognizione dei finanziamenti. 8 milioni per le periferie
LE RISORSE

Catanzaro, Fiorita avvia ricognizione dei finanziamenti. 8 milioni per le periferie

"Esiste all’interno del Piano di Sviluppo e Coesione della Regione Calabria un finanziamento di oltre 8 milioni di euro che il Comune di Catanzaro non può permettersi il lusso di perdere. Riguarda- scrive il sindaco della città capoluogo di Regione, Nicola Fiorita - progetti di riqualificazione urbana dei quartieri a sud – Corvo, Aranceto, Fortuna, Lido – a suo tempo proposti dall’Amministrazione comunale e che ora rientrano nella rimodulazione del PSC".

"Ho avviato, come avevo annunciato, un’immediata ricognizione su tutti i progetti e i finanziamenti richiesti dalla passata Amministrazione, con la ferma intenzione di salvaguardare tutto ciò che di buono è stato fin qui prodotto ed è compatibile con il mio programma elettorale. Non ho intenzione - chiosa il primo cittadino - di rinunciare o perdere nemmeno un centesimo, soprattutto quando i finanziamenti riguardano la riqualificazione delle periferie. Ho preso atto che la Giunta Regionale il 7 giugno scorso ha deliberato gli indirizzi relativi alla riprogrammazione del PSC, fissando al 31 dicembre la data ultima per completare l’iter con la cosiddetta OGV (obbligazione giuridicamente vincolante) per ogni intervento previsto.

I progetti presentati

I progetti di riqualificazione Urbana presentati dal Comune di Catanzaro sono: sistemazione strade quartiere Corvo e via Fortuna"; sistemazione strade quartiere Pistoia; sistemazione strade quartiere Aranceto e via Sardegna; realizzazione nuove rotatorie; interventi viabilità urbana Catanzaro Lido, atti a migliorare la geometria infrastrutturale con verifiche di sicurezza - SS106 - Giovino, Via Pisacane-Lungomare Pugliese e Via Pisacane - Lungomare Toraldo.

Ho verificato con l’ing. Giovanni Laganà, coordinatore dell’Area Tecnica del Comune, che i primi quattro interventi hanno già un progetto esecutivo e possono quindi andare in appalto non appena ricevuto il finanziamento, mentre il quinto intervento ha una progettazione definitiva da perfezionare in esecutiva. Vigileremo l’andamento dell’iter regionale - conclude Fiorita - in modo che la scadenza del 31 dicembre venga rispettata e questo consistente finanziamento, il cui merito riconosco alla passata amministrazione, venga materialmente assegnato al Comune in modo da avviare i lavori previsti e dare le prime, concrete risposte alle nostre periferie".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook