Mercoledì, 10 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Crotone, Eni Rewind ingaggia una guerra legale. Scontro sulla bonifica con Ispra e Arpacal
IL CASO

Crotone, Eni Rewind ingaggia una guerra legale. Scontro sulla bonifica con Ispra e Arpacal

di
Impugnate davanti al Tar le due relazioni delle due Agenzie ambientali. Ancora incerta la realizzazione di un impianto nell’area ex Pertusola

Non solo il ricorso contro i pareri di Regione, Provincia e Comune che, nell’ambito della Conferenza dei servizi preliminare, il 23 settembre 2021 hanno bocciato l’ipotesi di Eni Rewind di smaltire “in loco” il Tenorm e l’amianto presenti nella discarica a mare ex Fosfotec, ricompresa nel Sin di Crotone-Cassano-Cerchiara. Perché ora la multinazionale (che è subentrata a Syndial nella proprietà delle ex aree industriali) ha impugnato davanti al Tar di Catanzaro anche le relazioni con le quali Ispra e Arpacal si sono detti contrari sia alla messa in sicurezza permanente della zona ex Fosfotec, sia alla realizzazione di un impianto di scopo nel sito ex Pertusola Sud dove conferire oltre 70 mila metri cubi di rifiuti.
Inoltre, la società del gruppo Eni s’è rivolta ai giudici amministrativi per contestare pure i rapporti resi dall’ex Direzione generale per l’economia circolare del ministero della Transizione ecologica e dall’Ispettorato nazionale per la sicurezza nucleare e la radioprotezione.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook