Giovedì, 06 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Sanità a Vibo, “negato” il diritto alla salute. Anche le urgenze restano in... attesa
IL CASO

Sanità a Vibo, “negato” il diritto alla salute. Anche le urgenze restano in... attesa

di
Ancora disservizi e disagi: cresce l’esasperazione degli utenti. Due anni per poter eseguire un’ecografia all’addome e otto mesi per una Tac. Una paziente affetta da malattia rara denuncia: «L’alternativa è rivolgersi ai privati»

Una sanità che arranca, quella vibonese. Un passo avanti e tre indietro. Indietro come i diritti, che restano in attesa mentre si allungano le liste... d’attesa. Così per chi può non restare pagare.
È infatti questo uno dei principali motivi che inducono i pazienti alla sanità a pagamento, ovvero, per citare due dati piuttosto esemplificati, perché costretti ad aspettare due anni per una ecografia all’addome o circa 8 mesi per una Tac. Non stupisce che, in questo contesto, il privato avanzi sempre di più, rischiando di sostituirsi al pubblico, invece di affiancarlo, come dovrebbe. La necessità di pagare di tasca propria cresce poi in base al proprio stato di salute (per i pazienti cronici la spesa sanitaria privata è in media del 50% più elevata di quella ordinaria, per i non autosufficienti è in media quasi 3 volte quella ordinaria) e all’età (per gli anziani la spesa sanitaria privata è in media il doppio di quella ordinaria).
Non vengono garantiti neppure i casi più urgenti, in base alle priorità disposte dal ministero della Salute che rende obbligatorio rispettare le classi di priorità U, B, D, P. Inverosimile la storia di una paziente affetta da malattia rara che non è riuscita neppure a prenotare una Tac urgente. «Non abbiamo posto – le è stato risposto da un operatore del Cup –. Riprovi domani, può darsi che qualcuno rinunci». La paziente ha ricontattato il Cup, ma ancora nulla. «Non ho la possibilità di pagare 250 euro ai privati – spiega – e oggi la prescrizione urgente, che è valida solo 72 ore, scadrà».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook