Giovedì, 06 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Lamezia, sfruttamento manodopera: rigettati i ricorsi dei due indagati
L'INDAGINE

Lamezia, sfruttamento manodopera: rigettati i ricorsi dei due indagati

lamezia, sfruttamento manodopera, Catanzaro, Cronaca
Tribunale di Lamezia Terme
Rigettati, davanti al Tribunale del Riesame, i ricorsi proposti da Franco e Pasqualino Perri, contro il decreto di sequestro preventivo di 665.000 euro e delle società delle quali i due indagati sono amministratori, emesso dal gip nel luglio scorso.
Il Riesame, quindi, ha ritenuto valide le tesi accusatorie scaturite dalle indagini svolte dalla Guardia di finanza di Lamezia Terme sotto la direzione del procuratore della Repubblica di Lamezia, Salvatore Curcio. Franco e Pasqualino Perri, difesi rispettivamente da Aldo Ferraro e Vincenzo Visciglia, operanti nel settore della grande distribuzione sono indagati per il reato di sfruttamento del lavoro ai danni di 79 dipendenti per fatti che sarebbero accaduti tra il 2016 e il 2017. Dalle attività investigative sono emersi gravi indizi a carico degli indagati in ordine al prefigurato reato di cui all’art. 603-bis c.p.: in particolare, avrebbero - secondo l’accusa - impiegato manodopera per lo svolgimento dell’attività di azienda, sottoposta a condizioni di sfruttamento, corrispondendo retribuzioni in modo palesemente difforme dai contratti collettivi nazionali, violando la normativa relativa all’orario di lavoro e approfittando del loro stato di bisogno derivante dall’assenza di ulteriori opportunità occupazionali.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook