Sabato, 04 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Vibo, cancelli chiusi al Parco archeologico. La storia resta inaccessibile in città
PROMESSE DISATTESE

Vibo, cancelli chiusi al Parco archeologico. La storia resta inaccessibile in città

di

Un’altra estate è trascorsa senza che la maggior parte dei siti che compongono il Parco archeologico fosse resa fruibile ai visitatori. Ancora una volta, ad accogliere i turisti intenzionati ad ammirare le meraviglie storiche che raccontano il passato della città sono stati i cancelli chiusi. Gli annunci e i proclami di riapertura, che si susseguono da oltre un anno, sono stati puntualmente disattesi.
Sono ancora interdetti al pubblico i siti del Cofino, di Sant’Aloe, delle Mura Greche, del Castello di Bivona e il complesso museale di Santa Chiara.

Nel maggio 2021, per risollevare le sorti del parco, il Comune aveva annunciato l’affidamento dei vari siti ad alcune associazioni che si erano rese disponibili a gestirli: ma a oggi questo affidamento non si è concretizzato per via delle criticità che incombono su alcuni luoghi del Parco. Ad essere avviata nei mesi scorsi – e quasi completata – è stata la pulizia di alcuni siti, concretizzatasi grazie a una convenzione stipulata tra la Soprintendenza e Calabria Verde, per ridare decoro ai millenari luoghi. Si apprende che qualcosa si continua a muovere, seppur molto, troppo lentamente. L’assessore Antonella Tripodi ha annunciato, infatti, l’indizione a breve di una conferenza stampa per fare il punto della situazione.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook