Lunedì, 05 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Satriano, sbranata dal branco: gli indagati ottengono l’abbreviato
IL DRAMMA

Satriano, sbranata dal branco: gli indagati ottengono l’abbreviato

di
Udienza preliminare per la morte della ventenne soveratese Simona Cavallaro avvenuta a Monte Fiorino il 26 agosto 2021. Sbranata dal branco, gli indagati ottengono l’abbreviato. I familiari della vittima e il Comune si sono costituiti parti civili
satriano, Catanzaro, Cronaca
Alcuni cani del branco assassino che ha ucciso a Satriano la giovane soveratese Simona Cavallaro

Si svolgerà con le forme del rito abbreviato il processo per la tragica fine di Simona Cavallaro la ventenne soveratese che il 26 agosto del 2021 venne aggredita e uccisa da un branco di cani mentre si trovava nella pineta di Monte Fiorino assieme a un amico. Hanno chiesto e ottenuto di essere giudicati con rito alternativo il pastore Pietro Rossomanno, 46enne, residente a Satriano indagato per omicidio colposo, introduzione e abbandono di animali in fondo altrui, invasione di terreni e pascolo abusivo e Maria Procopio, 68 anni, residente a Satriano, che risponde di occupazione abusiva di terreni.

Ieri davanti al gup Antonella De Simone sono stati ammessi come parti civili il Comune di Satriano, la mamma e il fratello della vittima, tranne per il capo di imputazione relativo all’invasione di terreni ed edifici, accogliendo l’eccezione di difetto di legittimazione formulata dagli avvocati difensori Salvatore Staiano e Vincenzo Cicino.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook