Sabato, 03 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Vibo, la piscina comunale resta chiusa. Disabile amareggiato: mi serve come l’aria
IL CASO

Vibo, la piscina comunale resta chiusa. Disabile amareggiato: mi serve come l’aria

di
Qualcosa si è mosso dopo il sit-in ma i tempi della riapertura restano incerti. Ragazzi e sportivi costretti ad andare altrove nel disappunto generale

La chiusura prolungata della piscina comunale di Vibo è ormai divenuta un caso. Attivisti, cittadini, dipendenti che ormai si sentono, più che altro, degli ex lavoratori continuano ad agitare la bandiera della protesta. Nei giorni scorsi è stato organizzato un sit-in dinanzi ai cancelli chiusi della struttura. L’imperativo categorico è stato uno solo: «Bisogna riaprire la piscina che peraltro è una delle strutture più significative della regione, collocata in una zona invidiabile e facilmente raggiungibile».
Lo hanno urlato le mamme dei giovani nuotatori, ormai fermi, alcune agoniste costrette «ad indossare la muta ed allenarsi a mare», il Partito democratico, principale forza di opposizione in seno al Consiglio comunale. Ebbene, nel giro di poche ore qualcosa si è mosso- E sull’albo pretorio del Comune è comparsa una determina con la quale, sostanzialmente sono state avviate le procedure per la riapertura dell’impianto, per il quale –è opportuno puntualizzarlo –l’amministrazione comunale, con il consigliere delegato allo sport Antonio Schiavello, hanno chiarito da tempo di aver reperito le risorse.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria 

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook