Giovedì, 08 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Crotone: siccità d'estate, alluvioni d'inverno. Il mondo produttivo è in attesa di risposte
LO SFOGO

Crotone: siccità d'estate, alluvioni d'inverno. Il mondo produttivo è in attesa di risposte

“Il cambiamento climatico è un fenomeno di cui prendere atto ed assolutamente reale e documentato con conseguenze che, in modi diversi, impattano sui vari aspetti della nostra vita.
La crisi idrica che ha colpito gli invasi silani a causa di un perdurante stato di siccità, ha creato enormi disagi alla popolazione del territorio crotonese così come alle attività industriali e agroalimentari.
Il tema delle risorse idriche è stato completamente ignorato dalla classe politica di questa città. È inaccettabile che la città di Crotone, nel 2022, si trovi ancora a dover affrontare in inverno i disagi creati dalle piogge eccessive e, in estate, la mancanza di acqua potabile". Comincia così lo sfogo di Francesco Napoli, presidente Confapi Calabria.

"Negli anni - continua Napoli - non è stato fatto nulla per realizzare infrastrutture idrauliche di canalizzazione e per rendere la gestione sostenibile. L’acqua è una risorsa fondamentale per i cittadini ma anche per le attività produttive ed economiche che creano valore ed occupazione.
Le Centrali a Biomasse hanno annunciato l’avvio delle procedure di cassa integrazione per i lavoratori perché costrette a fermare anche la produzione di energia da biomasse legnose.
Crotone deve entrare urgentemente nel piano nazionale di interventi del settore idrico e lavorare per una visione a medio e lungo termine individuando gli strumenti di finanziamento per superare la politica dell’emergenza. È l'impresa che crea lavoro e non lo Stato che ha, invece, il compito di realizzare le condizioni per attrarre investimenti. Nello scacchiere economico Crotone è un territorio importante per il quale si richiedono interventi strutturali per modernizzare la rete idrica non più corrispondente alle mutate esigenze del territorio, investire in un'agricoltura 4.0, digitalizzazione e monitoraggio della rete. Il tutto nei tempi dell’impresa non della politica”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook