Martedì, 31 Gennaio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Droga e stalking a Soverato: pioggia di denunce e sanzioni
CARABINIERI

Droga e stalking a Soverato: pioggia di denunce e sanzioni

A Davoli sono stati arrestati due conviventi di 39 e 40 anni ritenuti responsabili in concorso di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

I Carabinieri della Compagnia di Soverato, nell’ambito di un predisposto servizio straordinario in occasione del Natale, hanno intensificato i controlli sul territorio, attraverso una sinergia che ha visto concorrere i militari della Sezione Radiomobile e di tutte le Stazioni dipendenti. Il servizio si è protratto dal 23 dicembre al giorno di Santo Stefano, da Copanello a Guardavalle fino ad interessare i paesi delle pre-serre.

A Davoli sono stati arrestati due conviventi di 39 e 40 anni ritenuti responsabili in concorso di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’arresto è scaturito a seguito di richiesta di intervento per lite in famiglia. Militari intervenuti della Stazione di Davoli congiuntamente ai Carabinieri della Sezione Radiomobile di Soverato, dopo aver tranquillizzato la coppia e chiarite le motivazioni del litigio, hanno proceduto con una perquisizione domiciliare rinvenendo 54 grammi di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, occultati in un barattolo in vetro a sua volta celato nel forno elettrico della cucina, nonché un bilancino elettronico di precisione. I due sono stati tratti in stato di arresto e, al termine delle formalità di rito, su disposizione della Procura della Repubblica di Catanzaro, tradotti in due distinte abitazioni in regime di arresti domiciliari, in attesa del giudizio di convalida.

A Badolato, i militari della Sezione Radiomobile hanno tratto in arresto per false dichiarazioni sull’identità un 40enne di origine irachena. L’uomo, durante un controllo a piedi in quel centro, ha fornito dichiarazioni agli operanti sulla propria identità, rilevatesi false, esibendo oltretutto carta d’identità elettronica e permesso di soggiorno con i medesimi dati personali, ma difformi dai due passaporti rilasciati al medesimo dalla Repubblica dell’Iraq, rinvenuti nella sua attuale dimora a Badolato, durante una perquisizione. Lo straniero è stato trovato in possesso anche di 1,83 grammi di sostanza stupefacente tipo “marijuana”, occultati all’interno di mobilio, per cui gli è stata contestata altresì la violazione amministrativa per inosservanza della normativa sugli stupefacenti. L’uomo è stato tradotto presso la propria dimora in regime di arresti domiciliari in attesa del giudizio di convalida, poi liberato.

A Chiaravalle Centrale, un 38enne è stato deferito in stato di libertà per atti persecutori, a seguito di querela presentata dall’ex convivente, poiché dopo aver interrotto relazione, l’uomo in più occasioni, arco temporale compreso tra maggio scorso a tuttora, ha minacciato verbalmente la donna, danneggiando in una circostanza anche il vetro dell’abitazione di residenza nel tentativo di farvi accesso, procurandole un continuo stato di preoccupazione ed una sensibile modificazione delle normali abitudini di vita. La vittima è stata resa edotta della facoltà di legge ed invitata a prendere contatti con centri antiviolenza.

A Satriano, un 54enne è stato denunciato in stato di libertà per atti persecutori, poiché in circostanze, con insistenti inoltri di messaggi multimediali e divulgazione di video dal contenuto minatorio su social network, ha procurato all’ex coniuge un grave stato di ansia, ingenerando un timore per la propria incolumità.

Sempre a Satriano, un 48enne della zona è stato denunciato in stato di libertà per guida sotto l’influenza dell’alcool. In particolare, l’uomo, a seguito di un sinistro stradale senza feriti con altro veicolo, sottoposto ad accertamento con apparecchiatura alcoltest in dotazione, all’esito di doppia prova spirometrica, è risultato positivo all’etanolo per un valore pari a 2,33 g/l. La patente di guida è stata ritirata, il mezzo sottoposto a sequestro amministrativo per confisca ed affidato a depositeria convenzionata.

A Davoli, un 40enne nigeriano, in transito sul tratto urbano della SS106, a bordo della sua autovettura, durante un controllo alla circolazione stradale, ha esibito titolo di guida estero del proprio paese di origine risultato poi essere falso. Il documento di guida è stato sequestrato e il veicolo sottoposto a fermo amministrativo. Nella circostanza l’uomo è stato sanzionato per guida senza patente. Sulla trasversale delle Serre, un 42enne della zona è stato deferito in stato di libertà per guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti e sotto l’influenza dell’alcool. Infatti, il giovane, in evidente stato di alterazione psicofisica al momento del controllo da parte dei carabinieri, è stato accompagnato presso l’ospedale di Soverato per essere sottoposto ad accertamenti sanitari e verificare l’eventuale assunzione di sostanze stupefacenti ed alcolemiche, che hanno fornito esito positivo per uso di “cocaina” ed etanolo con un valore pari a 2,56 g/l. La sua patente di guida è stata ritirata ed il veicolo affidato ad un terzo soggetto.

Sulla SP124 un 17enne è stato denunciato in stato di libertà per guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti. Il ragazzo è stato fermato alla guida del proprio motociclo, in evidente stato di alterazione psicofisica, sottoposto ad accertamenti sanitari per constatare probabile assunzione di sostanze stupefacenti, è risultato positivo per uso di “cocaina”. Una 21enne della zona, alla guida della sua autovettura, dopo aver colliso con altro veicolo, il cui conducente rimaneva ferito per escoriazioni e contusioni varie, non si è fermata né ha prestato l’assistenza occorrente. Speditive ricerche del personale Arma operante hanno consentito di rintracciare la predetta, pochi chilometri dopo, sottoposta ad accertamento tasso alcolemico è risultata positiva all’etanolo per un valore pari a 2,53 g/l. Complessivamente, i Carabinieri hanno identificato oltre 400 persone, controllato 313 autovetture, nonché svariati soggetti sottoposti agli arresti domiciliari. Durante i numerosi controlli sono stati segnalati alla Prefettura di Catanzaro e Vibo Valentia per inosservanza della normativa sugli stupefacenti 5 giovani dell’età compresa tra i 17 e 25 anni. Al termine del servizio i militari hanno elevato altresì 39 sanzioni amministrative per violazioni al codice della strada. I relativi procedimenti penali pendono nella fase delle indagini preliminari. I servizi dedicati svolti dai militari dell’Arma continueranno regolarmente durante tutte le festività, per garantire una sempre maggiore vicinanza e sicurezza ai cittadini.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook