Mercoledì, 01 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Catanzaro, il parcheggio “abusivo” al Casalinuovo
IL CONTENZIOSO

Catanzaro, il parcheggio “abusivo” al Casalinuovo

di
L’Anas dovrà versare oltre 50mila euro al Comune per l’utilizzo dell’area antistante all’auditorium. La zona era stata concessa solo per un anno, ma l’ente non ha mai chiesto il canone

L'area antistante l'auditorium Casalinuovo trasformata in un parcheggio abusivo a uso esclusivo dell'Anas. Dopo sei anni di “sosta selvaggia” la società dovrà versare nelle casse del Comune oltre 50mila euro. Una vicenda paradossale che svela le falle della burocrazia comunale.
La Giunta Comunale con proprie delibere, la prima del 28 ottobre 2013 e quella successiva del 6 maggio 2014, aveva concesso all’Anas spa l’utilizzo dell’area esterna adibita a parcheggio, adiacente l’Auditorium “Casalinuovo” posta esattamente di fronte alla storica sede della società che si occupa di infrastrutture stradali. L'area veniva concessa «per esigenze di servizio connesse alla sosta dei veicoli della società nonché dei dipendenti della stessa». Il 18 giugno del 2014 è stato stipulato con Anas Spa il contratto con cui è stato concesso per una sola annualità, decorrente dalla data di stipula del contratto, l’utilizzo dell’area del Casalinuovo a fronte della corresponsione di un canone di euro 6.500,00 oltre iva. Tutto regolare e infatti alla scadenza del primo anno, previa emissione di fattura elettronica da parte dal Comune, l'Anas ha versato l'importo dovuto.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook