Mercoledì, 11 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
L'INIZIATIVA

Vibo, un progetto per formare operatori teatrali per il sociale

di
progetto teatro sociale, teatro nelle scuole vibo, teatro vibo valentia, Gino capolupo, Giusy Fanelli, Catanzaro, Calabria, Cultura
Gino Capolupo e Giusy Fanelli

Si tratta di un progetto innovativo di ampia portata educativa e culturale quello messo in campo dall’Uilt Calabria (Unione italiana libero teatro) in collaborazione con l’Agita (Associazione per la promozione e la ricerca della cultura teatrale nella scuola e nel sociale). L’obiettivo è quello di formare operatori teatrali che abbiano conoscenze e abilità tali da utilizzare nel mondo della scuola o nel sociale.

La finalità è di progettare un percorso che attraverso il teatro contribuisca a trasmettere nelle nuove generazioni, ma anche nei soggetti a rischio, il senso del bello e la voglia di mettersi in gioco per dare un contributo alla crescita civile e culturale della società. L’iniziativa, dal titolo “Esperienze a confronto”, giunta alla sua quinta edizione, è stata presentata ieri alla biblioteca comunale di Vibo Valentia dal presidente dell’Ulit Calabria Gino Capolupo e dalla responsabile del teatro educativo Uil Calabria Giusi Fanelli. I workshop formativi si terranno il 16 e il 17 febbraio all’hotel 501 a Vibo Valentia (ore 8.30).

Il modello di adesione potrà essere scaricato sul sito dell’Uilt Calabria. Mentre la scelta dei partecipanti potrà ricadere su uno dei tre seminari previsti: 1) “Come si conduce un laboratorio di teatro a scuola”, rivolto ai docenti; 2) “Come si conduce un laboratorio di teatro sociale” indirizzato agli esperti del settore e non solo; 3) “Come si sceglie il teatro da far vedere” che verte a formare la figura di mediatore teatrale. Il progetto è naturalmente rivolo anche agli studenti. A conclusione del corso, ai partecipanti sarà rilasciato un attestato.

"Vibo sede di un incontro nazionale – sostiene Capolupo – per portare il teatro nella scuola. E’ un primo tentativo di formazione di una figura professionale che al momento non è contemplata dalla legislazione vigente. L’intento – prosegue il presidente regionale Uilt – è di dare le prime indicazioni concrete tenendo conto delle linee guida tracciate dal ministero della Pubblica istruzione che danno indicazioni sull’insegnamento del teatro a scuola". Per ora i decreti attuativi a livello nazionale non sono stati emanati, ma la Uilt, insieme all’Agita, intende avviare una serie di incontri per portare alla definizione di questa importante figura di operatore teatrale a scuola.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook