Martedì, 20 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
AL TEATRO COMUNALE

Il "cantautore che parla al cuore", a Catanzaro il concerto del maestro Fonte

catanzaro, concerto, Salone del Libro di Torino, Teatro Comunale di Catanzaro, Alfredo Paonessa, Franco Catricalà, Giuseppe Tassoni, Ismaele Rocca, Peppe Fonte, Piero Ciampi, Pino Pavone, Catanzaro, Calabria, Cultura
Peppe Fonte

Un cantautore che parla direttamente al cuore. Una affermazione che identifica Peppe Fonte, il suo modo di essere artista e di raccontare le sue storie con una passione di altri tempi. Tra le tante quella per la sua città, Catanzaro, alla quale dedicherà giorno 17 maggio, alle ore 20,45, un concerto che prende spunto dal titolo di uno delle sue composizioni, “La città di Eolo”. Ad ospitarlo sarà il Teatro Comunale della città capoluogo della Calabria, ritrovato luogo della cultura cittadina.

Figlio musicale di Piero Ciampi e Pino Pavone, nel corso della sua carriera decennale, Fonte è riuscito a farsi apprezzare grazie alla qualità delle sue composizioni e degli arrangiamenti caratterizzati da una forte componente emotiva. Peculiarità messa in mostra con i suoi primi due album, 'Quello che ti dirò' e 'Secondo me è l’una', e maturata nel suo ultimo album 'Io non ci sono più', pubblicato da Squilibri Editore, con cui è riuscito a porsi all’attenzione di critica e pubblico, ma soprattutto dei media nazionali.

Ospite dei programmi radiofonici “Dove sta Zazà” (Radio RAI3) e “Zona Cesarini” (Radio RAI1). Importante anche la sua presenza, giorno 10 maggio, al Salone del Libro di Torino, ospite dello spazio della Regione Calabria. Quest’ultimo riconoscimento è arrivato a coronamento di una crescita professionale di rilievo.

Ad accompagnare Peppe Fonte in concerto sarà una band di musicisti catanzaresi composta da Giuseppe Tassoni, al pianoforte, Franco Catricalà, al basso, Ismaele Rocca, alle percussioni e batteria, e Alfredo Paonessa, ai fiati. Con loro ripercorrerà le fasi più significative della sua carriera, eseguendo le canzoni più note del suo repertorio tra le quali "Budapest", "Un’altra verità", "La città di Eolo", "Ombrelli soli", e "Quello che ti dirò" oltre ai brani del suo ultimo album "Io non ci sono più".

L’iniziativa è nata a sostegno del Centro Storico, promossa dai Club Service e dalle Associazioni cittadine. Ai giovani con età inferiore ai 20 anni sarà consentito l’ingresso gratuito nello stesso giorno dell’evento per i soli posti disponibili. Gli universitari con età superiore ai 20 anni pagheranno un costo simbolico di 5 euro esibendo il libretto universitario.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook