Sabato, 24 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Maierato, un'iniziativa di studi sul culto di San Rocco
L'INIZIATIVA

Maierato, un'iniziativa di studi sul culto di San Rocco

di

Un evento di notevole spessore culturale, incentrato sulla figura e sul culto di San Rocco, è stato proposto a Maierato dal centro studi Theotokos, in collaborazione con la parrocchia, con la confraternita Santa Maria della Pietà e con il gruppo Over ’50. La devozione a San Rocco è molto sentita a Maierato e, più in generale, in tutto il vibonese: molto sono, infatti, i centri della provincia che si apprestano a celebrare la festa in onore del Santo di Montpellier.

Per queste ragioni, conoscere meglio gli studi inerenti a San Rocco è uno stimolo non solo a vivere appieno la fede, ma anche a scoprire le radici che tengono le cittadine vibonesi legate alla venerazione del Santo stesso. A dissertare in ordina all’argomento sono stati: don Salvatore Danilo D’Alessandro, parroco di Maierato; Fortunato Silvaggio, docente di italiano e latino nei licei; Saverio Di Bella, storico dell’Università di Messina; Anna Rotundo e Martino Michele Battaglia, fondatori del Centro Studi Theotokos Religiosità Popolare. Anna Rotundo ha prospettato la figura di San Rocco come protettore del seno, a partire dal ritrovamento di numerosi ex voto realizzati in maiolica in forma di mammelle. Anche a nome dell’associazione “Donne per la Chiesa”, Rotundo ha poi sottolineato la disumanità della pratica dell’«utero in affitto», ove la maternità e l’allattamento sono prestazioni temporanee a pagamento programmando l’abbandono del neonato e disconoscendo le devastanti conseguenze fisiche e psicologiche di tutto ciò sul bambino e sulla partoriente.

La relazione del professore Battaglia ha riguardato l’intreccio tra leggenda e verità, che segna la figura di San Rocco. Esaminando i diversi profili, Battaglia ha sciolto ogni dubbio circa la straordinarietà del Santo. Il professore Silvaggio e il parroco hanno posto, successivamente, l’accento sui pellegrinaggi e sulla cultura della solidarietà. Sulla stessa scia anche l’intervento del professore Dibella, il quale ha sottolineato il rapporto tra la cristianità e l’accoglienza. A intervallare le relazioni è stata la bravissima Jole Silvaggio, che ha incantato la platea eseguendo l’inno maieratano in omaggio a San Rocco.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook