Mercoledì, 20 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
LA NOVITÀ

Arriva il primo libro dello youtuber catanzarese Gabriele Vagnato

di

Lo ha scritto proprio lui, scegliendo così di raggiungere il suo - ormai vastissimo - pubblico anche in questa forma. È già nelle librerie e sulle piattaforme digitali “La mia vita è una sfiga, sarà per la prossima!” (De Agostini), esordio letterario dello youtuber catanzarese Gabriele Vagnato, classe 2001, giovanissimo che parla ai giovanissimi attraverso video che affrontano tematiche del quotidiano e argomenti più dibattuti utilizzando uno stile tipico, ironico e tagliente.

Una scelta premiata con grandi consensi social: oltre 300 mila followers su YouTube, 600 mila su Instagram e 1,4 milioni su TikTok.

Vagnato, che è nato ad Asti ma ha vissuto a Catanzaro da quando aveva 4 anni e si è trasferito a Milano solo a settembre (dopo la maturità da geometra), videomaker dal 2015, presenterà il suo primo lavoro di scrittura oggi a Cosenza. Un appuntamento imperdibile, durante il quale il giovanissimo creator intratterrà il pubblico con un breve “spettacolo” prima del tradizionale firmacopie.

«Potremmo dire che il libro è un biglietto per accedervi», ironizza Vagnato, che ha un'idea molto chiara del suo libro: intende semplicemente sorprendere il lettore. «Non ho anticipato fino ad oggi nulla del contenuto per non rovinare l'effetto sorpresa - afferma con una certa ironia - . Posso invece dire che è stato concepito in nove mesi, lo stesso tempo impiegato dalle donne per una gravidanza, e l'autore rappresenta la mia... parte cattiva. Se c'è un filo conduttore è proprio l'essere scritto contro la mia volontà, da questa parte di me che mette nero su bianco le cose che tutti pensiamo, ma abbiamo timore ad esprimere per paura del giudizio altrui».

Infatti nella prefazione, come Dante prima della “Divina Commedia”, il Gabriele più buono, che accetta le sfighe senza dire nulla, avverte il lettore affermando «se vi offenderete, leggendo qualcosa di spiacevole contro qualcuno, alzo le mani perché non è opera mia».

Un concetto ribadito anche sulla quarta di copertina, dove si legge: «Se il libro ti piace l'ho scritto io, se non ti piace l'ha scritto qualcun altro».

Un'affermazione coerente con lo stile di Vagnato, che propone in italiano la stand up comedy anglosassone, quella che affronta argomenti di natura sociale e politica dialogando direttamente col pubblico.

«È il mondo di artisti come Kevin Hart e Ricky Gervais - aggiunge Gabriele, che dallo scorso anno si è esibito su diversi palcoscenici, tra cui quello del Beautiful Festival di Bologna - una comicità molto diffusa in America che sta arrivando anche in Italia. Attori di cinema come Eddie Murphy e Robin Williams provengono proprio dai comedy club, palco per eccellenza di questo tipo di umorismo. Quando mi chiedono se voglio fare un film, rispondo che desidererei realizzare un mio spettacolo con questo stile e fare in modo che il cinema ne divenisse solo un riflesso».

Per volontà dell'artista, profondamente legato al Sud, il tour promozionale sarà ampiamente meridionale, tra il Napoletano, Cosenza e, dopo una puntatina in Romagna, anche due tappe siciliane.

Ma c'è soprattutto uno spettacolo che riprende i suoi cliccatissimi video.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook