Giovedì, 13 Agosto 2020
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Mileto, domani la cerimonia di riapertura del parco archeologico
RITORNO ALLA NORMALITA'

Mileto, domani la cerimonia di riapertura del parco archeologico

Il ritorno alla normalità dopo il lungo periodo di lockdown è scandito giorno per giorno con la ripresa di tante iniziative che proprio la chiusura forzata ha fatto apprezzare di più durante la sua assenza. Ed è un susseguirsi di iniziative, incontri, cerimonie di aperture, sia pure sempre attenti alle necessarie prescrizioni di sicurezza a causa di un virus che, purtroppo, non è ancora scomparso.

È in programma domani, lunedì 27 luglio, alle ore 18, la cerimonia di riapertura del Parco archeologico di Mileto. Un sito di grande interesse storico-culturale che torna nella piena disponibilità dei visitatori, della comunità e degli appassionati di storia locale.

L’area, infatti, rappresenta l’antica Mileto, sorta un tempo come “castrum” bizantino. Rinasce, dunque, la “Città di Ruggero”, “reggia gloriosa dei Normanni” nel secolo XI, prescelta da Ruggero I non solo come capitale della vastissima Contea, ma anche come residenza del gran Contado di Calabria e di Sicilia.

Per la sua importanza strategica basti pensare che venne scelta come sede della Diocesi. Mileto, in estrema sintesi, fu fulcro attivo e vitale dell’attività politica, economica, sociale e anche religiosa. La cerimonia della riapertura del Parco si terrà alla presenza dell’Associazione culturale “Mnemosyne”, che da alcuni anni si occupa della gestione dell’area, del sindaco Salvatore Fortunato Giordano, e di numerosi rappresentanti delle istituzioni civili e militari.

Per l’occasione è in programma un Concerto offerto dal Cantiere Musicale Internazionale di Mileto durante il quale si esibiranno Federica Lacquaniti, Paola Cascasi, Beatrice Dicosta, Martina Iannello, Greta Occhiato della classe di Canto della Maestra Caterina Francese accompagnati al pianoforte dal M° Francesco Pata. Durante la riapertura si illustrerà la storia e la ricchezza rappresentata dal luogo, e sarà possibile visitare l’abbazia della Santissima Trinità.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook