Giovedì, 21 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Armonie d'Arte, al Parco Archeologico Scolacium il festival coinvolge il territorio
LA KERMESSE

Armonie d'Arte, al Parco Archeologico Scolacium il festival coinvolge il territorio

Armonie d’Arte, diretto da Chiara Giordano, nella sua intensa programmazione, ha fatto vivere spettacoli intensi e di grande respiro internazionale con tanti artisti e ospiti prestigiosi nel suggestivo Parco Archeologico Scolacium. Oggi alle 18, proprio in questa magica location si terrà la conferenza stampa conclusiva del Festival. Un’occasione speciale per ricordare i momenti più belli della XX edizione e spegnere le candeline dell’importante traguardo raggiunto.

Intanto, sabato scorso si è svolta la fase conclusiva degli appuntamenti extra della sezione del Festival, siglata “Borgia Borgo Espanso”, realizzata con la collaborazione della Fondazione Michelangelo Pistoletto e Cittàdellarte, dell’amministrazione comunale di Borgia e del suo sindaco Elisabeth Sacco.

Molto apprezzato il gelato “Armonie d'Arte” creato dell'artigiano gelataio Salvatore Chiarella: una deliziosa base di mandorla con fichi e una profumata riduzione di agrumi. Grande coinvolgimento per “L’Antitesoro”, la divertente caccia al tesoro lungo i luoghi borgesi per stimolare l’attenzione e il rispetto dell’ambiente. A seguire si è svolta la premiazione del “Med click”, il miglior scatto amatoriale legato ai luoghi del Festival e a Borgia, e “Di carta in carta ti racconto una storia”, il progetto a sostegno dell’ambiente e decoro urbano dedicato ai più piccoli.

In serata, magiche suggestioni, in piazza Ortona con il Duomo di Borgia illuminato con le “Luci d’Artista”, ideate da Giovanni Posella e Francesco Trapasso di Creadiva Design sul simbolo realizzato da Michelangelo Pistoletto per questa edizione del Festival e sulla musica originale di Nicola Piovani, commissionata dal Festival per l’opera “L’ultima notte di Scolacium” (dell’edizione 2014 ). E poi spazio alla musica con lo speciale “Contaminazioni Duo” di Rocco Riccelli alla tromba e Alessandro Guido alle chitarre.

Durante il Festival grande riscontro hanno avuto i tour guidati organizzati: “Le visite bizzarre”, passeggiate a Scolacium, animate da interventi attoriali, tra storia, archeologia, mitologia e letteratura, per ingaggiare anche un’utenza che desidera una lettura più lieve e accattivante del patrimonio, e “Ti racconto una storia”, dedicati invece agli ospiti e al pubblico non locale per conoscere le preziosità paesaggistiche e storiche del territorio.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook