Questo sito contribuisce all’audience di Quotidiano Nazionale

Il film ambientato a San Nicola da Crissa al festival "Tulipani di Seta Nera"

“Il seme della speranza” è il titolo del cortometraggio del regista napoletano Nando Morra che ha visto protagonisti anche alcuni attori e alunni del centro vibonese

“Il seme della speranza” - cortometraggio prodotto da Rampa Film, diretto dal regista napoletano Nando Morra e ambientato a San Nicola da Crissa - è stato tra i protagonisti della prima serata del festival Tulipani di Seta Nera, che si sta svolgendo a Roma.

Si tratta di una delle principali manifestazioni cinematografiche italiane volta a promuovere temi sociali: è realizzata dall’associazione Università Cerco Lavoro in collaborazione con Ministero della Cultura, Ministero della Transizione Ecologica, Regione Lazio, Rai Cinema Channel e Rai per il Sociale, Roma Lazio Film Commission, ANAC, Ordine degli Psicologi del Lazio, Anmil, Asvis, Enit, Ens, Inail e Fondazione Univerde.

Alla presenza dei ministri Andrea Orlando (Lavoro) ed Erika Stefani (Disabilità) è stata proiettata anche l’opera di Morra, che ha riscosso numerosi consensi e ha emozionato tutti i presenti: non è escluso che il film riceva qualche premio.
Il film narra la storia di Nasser, piccolo siriano arrivato in Italia per sfuggire alla guerra: vittima di bullismo e di sofferenza, il bambino riesce a riscattarsi grazie agli insegnamenti del suo professore. La tematica delicata, la spiccata professionalità di Morra, il talento degli attori (Francesco Sgrò, Grazia Leone, Francesco Spagnolo, Erica Bianco e Nicola Quaranta) unitamente alle interpretazione degli alunni della scuola Secondaria di Primo grado di San Nicola da Crissa (tra i quali Rosario Galati e Nicola Galloro nel ruolo dei protagonisti) e del piccolo attore in erba Gaetano Laruffa, gli splendidi scorci del borgo del Vibonese hanno conferito pregio al cortometraggio.

Grande soddisfazione è stata espressa dal regista Morra, dagli attori Francesco Sgrò e Francesco Spagnolo (presenti al festival) e da tutto il cast, nonché dall’Amministrazione comunale di San Nicola da Crissa e dall’Amministrazione di Monterosso Calabro (quest’ultima ha sostenuto la realizzazione del film).

Caricamento commenti

Commenta la notizia