Giovedì, 22 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
FIORE ALL'OCCHIELLO

A rischio il centro di ricerca "Crisea" di Catanzaro

di
catanzaro, centro di ricerca crisea, sergio abramo, Sergio Abramo, Catanzaro, Calabria, Economia
Provincia di Catanzaro

Il progetto “Crisea” non convince il presidente della Provincia Sergio Abramo. Il Centro di Ricerca e Servizi Avanzati per l’innovazione Rurale, fiore all’occhiello della consiliatura di Enzo Bruno, appare sub iudice.

Il neo inquilino di Palazzo di Vetro ha deciso di vederci chiaro e di conferire un incarico legale all’avvocato Nunzio Raimondi per un parere pro veritate in ordine alla posizione della Provincia di Catanzaro nell’associazione “Crisea”. Nella delibera si fa esplicito riferimento a «ragioni d’urgenza» al fine di evitare «rischi di pregiudizi patrimoniali per l’ente».

A metter fretta al presidente, secondo quanto trapela dalla Provincia, sarebbe stata anche la comunicazione giunta dall’università Magna Graecia che si sarebbe detta non interessata al centro di ricerca, ritenuto troppo distante e difficoltoso da raggiungere per gli studenti. Insomma, il Crisea, nato a Belcastro sulle ceneri dell’Azienda Condoleo con un finanziamento europeo di circa due milioni di euro, sarebbe a serio rischio.

L'articolo integrale sulla Gazzetta del Sud in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook