Martedì, 18 Giugno 2019
stampa
Dimensione testo
LA NOTA

Sanità, il sindaco di Catanzaro: perplessità sul project financing nei nuovi ospedali

project financing, sanità, Sergio Abramo, Catanzaro, Calabria, Economia
Sergio Abramo

"Da un'attenta lettura delle cifre del programma regionale che aggiornerà l'accordo quadro sugli ospedali calabresi, presentato dal presidente Oliverio, non possono che emergere forti perplessità sulla cospicua parte di impegno finanziario previsto quale quota di compartecipazione privata". Lo afferma, in una nota, il sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo.

"Solo per la realizzazione del nuovo ospedale di Catanzaro - prosegue Abramo - sui 170 milioni di euro di importo totale previsto nella programmazione, i fondi da risorse private ammontano a circa 87 milioni. Anche guardando all'ospedale di Cosenza, a fronte dei 184 milioni di fondi pubblici corrispondono 191 di quota privata. Se da una parte tale suddivisione risponde ai criteri di legge relativi al tetto massimo disposto per il contributo pubblico nel project financing, dall'altra il disegno finanziario presentato da Oliverio rischia di non trovare alcuna risposta concreta da parte del tessuto imprenditoriale del nostro territorio che, rispetto al contesto del Nord Italia, non avrebbe la forza di sostenere un tale investimento. Interventi di questo genere non sarebbero in grado, infatti, di generare un livello di redditivita' del capitale investito adeguato rispetto alle aspettative dell'investitore privato e sufficiente a ripagare l'esborso iniziale".

"Inoltre, nel caso di Catanzaro - sostiene ancora Abramo - è scomparso nella nuova programmazione ogni riferimento al Presidio Ciaccio, che è parte integrante della rete assistenziale del Capoluogo e la cui funzione strutturale deve essere riconosciuta accanto al nuovo ospedale, alla cittadella della salute e al Policlinico Mater Domini. Mi chiedo, dunque, se il governatore Oliverio abbia realmente valutato la concreta sostenibilita' di un disegno finanziario che, cosi' facendo, rischia solo di restare lettera morta. E chissa' cosa pensa al riguardo Confindustria, qualora la stessa associazione abbia ravvisato la necessita' di una concertazione che, sul merito degli interventi, ritengo non debba essere messa da parte per non vanificare investimenti cosi' importanti per il sistema sanitario calabrese".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook