Domenica, 20 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
SANITA'

Ospedale di Catanzaro, grana appalti: a rischio il funzionamento dei reparti

di

Il decreto Calabria continua a mietere vittime. Il provvedimento varato in riva allo Stretto dal precedente governo con lo scopo di rimettere ordine nel disastrato comparto sanitario, ha finora avuto l'indubbio “merito” di affossare ancora di più Aziende e strutture sanitarie, private a oltranza non solo di una guida stabile ma, soprattutto, della possibilità di espletare gare ad evidenza pubblica per l'acquisto di servizi, dispositivi e presidi sanitari.

Ed è proprio questo uno tra i fascicoli ancora aperti sulla scrivania del reggente dell'Azienda ospedaliera “Pugliese-Ciaccio”, Antonio Mantella, che nei giorni scorsi ha insediato un'unità di crisi nella sede di Madonna dei Cieli nel tentativo di districare l'aggrovigliata matassa che impedisce di avviare procedure di acquisto sopra la soglia comunitaria fissata in cinquemila euro.

Il decreto fortemente voluto dall'ex ministro della Salute, Giulia Grillo, prevede, infatti, che le Aziende ospedaliere e sanitarie calabresi si rivolgano a centrali di committenza extra-regionali o effettuino acquisti solo attraverso il canale di Consip.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud in edicola, edizione di Catanzaro

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook