Mercoledì, 21 Aprile 2021
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Soverato, la crisi mette in ginocchio i ristoratori. Ma c’è chi riesce a “giocare” di fantasia
CARABINIERI

Soverato, la crisi mette in ginocchio i ristoratori. Ma c’è chi riesce a “giocare” di fantasia

di
Prime vittime commerciali della pandemia. E fioccano le sanzioni per i “furbetti”
ristoratori, soverato, Catanzaro, Economia
Corso Umberto I a Soverato

Nessuna attenuante, i controlli dei carabinieri di Soverato non fanno sconti e nell’ultimo fine settimana arriva una nuova chiusura per uno dei locali situati in quello che resta del quartiere della “movida soveratese”. Già messi a dura prova dai mesi di chiusura forzata, i conti dei ristoratori rischiano di scivolare in un baratro senza fine dopo le ultime sanzioni. Arrivano per il medesimo motivo già evidenziato in altre occasioni: somministrazione di alimenti e bevande fuori l’orario di chiusura imposto dall’ultimo Dpcm dello scorso 14 gennaio. Multe fino a 3 mila euro e 5 giorni di sospensione per il titolare dell’esercizio che paga a caro prezzo il desiderio di lavorare, che per molti significa riuscire a sopravvivere per pagare tasse e bollette che non si sono bloccate nel periodo in cui i locali sono rimasti chiusi. Nei giorni scorsi è toccato ai commercianti montepaonesi piegarsi ai controlli, con il risultato di un centro commerciale quasi fantasma nell’ultimo fine settimana. E le verifiche sul rispetto delle normative si intensificheranno nei prossimi giorni in cui a tappeto verranno monitorati tutti i Comuni della giurisdizione della compagnia soveratese. Accanto a chi cerca di aggirare le norme c’è però anche chi si reinventa importando in riva allo ionio un nuovo modo di fare imprenditoria. L’esempio arriva da Montepaone, paese che negli ultimi ha cercato e trovato l’emancipazione da Soverato per ciò che riguarda intrattenimento e ristorazione. Qui nasce il pizza-drive con cui una coppia di imprenditori cambia di fatto le abitudini dei suoi clienti. «Si può ordinare da un menù selezionando il codice Qr all’ingresso dell’area esterna della pizzeria - spiega un utente in fila - pagare e ritirare i prodotti scelti senza scendere dalla propria auto».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook