Martedì, 18 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Impianto Biomasse Italia di Strongoli: raggiunta l'intesa, rientra lo sciopero
LUNGA VERTENZA

Impianto Biomasse Italia di Strongoli: raggiunta l'intesa, rientra lo sciopero

centrale biomasse, sciopero revocato, strongoli, Catanzaro, Economia
La centrale a biomasse di Strongoli

Le segreterie regionali della Filctem Cgil, Flaei Cisl e  Uiltec Uil insiem alla Rsu dell'impianto di produzione di energia fanno sapere che è stato revocato lo sciopero di 4 ore previsto per venerdì 16 aprile, che avrebbe dovuto bloccare la produzione dell’impianto termoelettrico Biomasse Italia di Strongoli.  Nella tarda serata di lunedì, a seguito dell’ennesimo tentativo di concertazione tra l’Azienda e le organizzazioni sindacali di categoria, si è trovata l’intesa su un accordo che sblocca una vertenza datata settembre 2019, e che nello scorso dicembre aveva già prodotto una massiccia astensione dal lavoro per 4 ore delle maestranze. La nota dei sindacati precisa che le segreterie regionali delle sigle di categoria, insieme alla Rsu del sito, hanno dimostrato una particolare determinazione a far recepire al management aziendale l’esigenza di porre in essere misure atte a garantire il mantenimento dei livelli occupazionali, l’applicazione del Contratto collettivo di settore, la gestione in sicurezza dell’esercizio dell’impianto. Insieme a questo, anche il riconoscimento di alcune indennità previste dallo stesso Ccnl e una pianificazione complessiva di crescite professionali.

Dopo una lunga parentesi di buio sotto il profilo delle relazioni industriali – spiegano al riguardo i segretari regionali Francesco Gatto (Filctem Cgil), Francesco Timpano (Flaei Cisl Reti) e Vincenzo Celi (Uiltec Uil) – l’accordo siglato lunedì rappresenta per noi sì l’epilogo di una lunga ed estenuante vertenza, ma ci auguriamo possa rappresentare l’avvio di una fase concertativa più serena, ispirata dal riconoscimento e dal rispetto del ruolo delle rappresentanze e dei lavoratori. Un risultato - sottolineano le segreterie sindacali - al quale non si sarebbe arrivati se proprio i lavoratori non avessero dimostrato una compattezza particolare nel sostenere la rivendicazione sindacale, portata avanti instancabilmente dalla Rsu composta da Cataldo Manfredi (Filctem), Francesco Laurenzano (Flaei) e Giovanni Novello (Uiltec).  Non abbiamo ottenuto sicuramente quanto volevamo e pensavamo fosse stato legittimo ottenere – aggiungono questi ultimi – ma in un contesto come quello in cui si è sviluppato il confronto riteniamo si tratti di un risultato alquanto apprezzabile. Siamo soddisfatti – riprendono i rappresentanti regionali – di aver potuto revocare l’azione di lotta, anche in ossequio ad uno spirito di responsabilità che ha sempre contraddistinto la nostra azione a salvaguardia della sussistenza di questi impianti sul territorio».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook