Martedì, 26 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Musica

Home Cultura Musica Cirò Marina, la musica degli "Hantura" che sogna una nuova Calabria
MUSICA POPOLARE

Cirò Marina, la musica degli "Hantura" che sogna una nuova Calabria

di
Si intitola “Maleccummeneta” l’ultimo, struggente e coinvolgente singolo degli Hantura, la band di musica popolare crotonese

Si intitola “Maleccummeneta” l’ultimo, struggente e coinvolgente singolo degli Hantura, la band di musica popolare crotonese, che, nel 2021, si prepara a celebrare 20 anni di attività; l’ultimo lavoro è un canto dolente nelle parole, crude, sconsolato, del poeta Filippo Scalzi, di una Calabria: spogliata “da bellizza e abbandonata”; considerazioni amare che, tuttavia, la musicalità di Mario Carvelli e l’arrangiamento tambureggiante degli Hantura, attraverso le sonorità battenti, il ritmo incalzante della tamorra e la fisarmonica, rendono un cuore pulsante. Ben lontana dalla rassegnazione “Maleccummeneta, sprigiona, infatti, un moto di orgoglio, rabbia e ribellione. Distante dagli stereotipi del folklore etnomusicale meridionale, gli Hantura, alzano il livello del messaggio musicale e sociale. Il testo che si dipana nel racconto di una Calabria, vilipesa, depredata del presente, violentata del proprio passato, delusa e disillusa; una terra costretta ad ingoiare nel silenzio i bocconi amari del malaffare perpetrato da “quàttru fetènti”, diventa la presa di coscienza dello stato di fatto delle cose, che costituisce il presupposto necessario per i calabresi di affermare e pretendere, finalmente, dignità e cambiamento.

Compongono gli Hantura: Gino Carvelli, Carmen Comberiati, Francesco Comberiati, Giovanni Ziparo, Domenico Ierardi, Salvatore Pingitore e Mario Carvelli. Il singolo, uscito lo scorso 23 dicembre, è stato registrato nello studio “Music Reparto Dischi” di Santa Severina. Il lavoro, è stato presentato in anteprima con un videoclip realizzato da Natalino Stasi ed è impreziosito dalla drammaticità dei disegni ad inchiostro che fanno da contraltare a sorprendenti acquerelli di Beppe Stasi: opere cangianti, piene di colori, emozioni ed eleganza, , che nelle immagini in evoluzioni rimandano e amplificare gli stati d’animo del racconto. Il canto degli Hantura è dunque, un percorso ideale verso il cambiamento che ai calabresi è demandato il compito di riannodare e proseguire nella realtà di ogni giorno.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook