Giovedì, 30 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Musica

Home Cultura Musica Luigi Strangis, fresco di trionfo ad “Amici 21": «Sarebbe bello onorare Lamezia»
L'INTERVISTA

Luigi Strangis, fresco di trionfo ad “Amici 21": «Sarebbe bello onorare Lamezia»

di
Il cantante per poche ore è stato in città e si racconta alla Gazzetta
Catanzaro, Musica
Luigi Strangis

«Non mi aspettavo di poter vincere, ma ci speravo». È ancora incredulo Luigi Strangis, a pochi giorni dalla vittoria ad “Amici”, mentre ripercorre l’avventura nel talent show di Canale 5 conclusasi domenica nell’unico modo in cui si potesse concludere un’esperienza così ricca di soddisfazioni: col ventunenne lametino, felice come non mai, che alza al cielo la meritata coppa.

Il pensiero di Luigi subito dopo la proclamazione è andato ai suoi genitori, a cui ha dedicato questo successo. E proprio loro, circondati da migliaia di concittadini, hanno seguito attraverso il maxi-schermo allestito su corso Numistrano quel ragazzo che diventava sempre più adulto, esibizione dopo esibizione. «Il supporto della mia famiglia è stato fondamentale – ha spiegato il cantante - erano loro a spronarmi ad andare ad “Amici”, a fare i casting, hanno sempre creduto in me fin da quando ero bambino e volevano che io potessi dire quello che volevo dire al mondo. Io ero un po’ titubante, poi ho trovato il momento giusto e sono andato, però è tutto grazie a loro».

A notarlo sin dalla prima puntata è stato il maestro Rudy Zerbi e la scelta di volerlo nel suo team ha subito entusiasmato Luigi, che ha ammesso: «Io volevo effettivamente Rudy come insegnante. È sicuramente molto severo, ma in realtà vuole che si lavori, com’è giusto che sia. È una grandissima persona, divertente, sono stato onorato della sua scelta». Ma anche il pubblico ha subito apprezzato quell’artista dagli occhialoni bianchi, a tal punto da farli diventare un po’ il suo simbolo distintivo: «Questi occhiali li comprai molto prima di andare ad “Amici” – ha svelato Strangis - li indossavo ogni giorno, perché a me piacevano, non perché dovessi creare una moda. Era stranissimo vedere le persone in puntata con i miei occhiali, incredibile!». Così come sorprendenti sono stati i complimenti rivolti a Luigi da artisti del calibro di Vasco Rossi e Gianluca Grignani. «Per me è stato un onore leggere le loro parole», ha confessato il lametino, aggiungendo di essere rimasto colpito dal supporto offertogli dalla sua terra: «È stata un’emozione grandissima sentire il calore della mia città. Ho visto i video del centro gremito in occasione della finale di “Amici” e non pensavo fosse fattibile, invece tutte quelle persone erano lì per me. Erano tantissime ed è stato magnifico».

La stessa Amministrazione comunale non ha nascosto il desiderio di realizzare un grande evento per le prossime feste patronali con protagonisti talenti lametini come Luigi, Raffaele Renda, Naip. «Sarebbe bello portare onore alla città e restituirle quello che ha dato a me – ha risposto a tal proposito Strangis – ma ciò che succederà adesso, ancora non lo so. Mi sembra di stare fuori dal mondo, ma sicuramente accadrà. L’unica cosa è che non so quando».

I numerosi impegni lo porteranno lontano per un po’, ma Luigi negli scorsi giorni non ha rinunciato a tornare a casa, seppur per un lasso di tempo brevissimo: «Sono stato a Lamezia meno di un giorno. Sono tornato di notte e poi sono ripartito subito, non ho avuto modo neanche di uscire. Mi sono goduto un mini pranzo in famiglia e ora sono a Milano». Là dove lo attendono numerosi progetti che riuscirà a realizzare grazie al supporto sempre più caloroso dei suoi numerosissimi sostenitori.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook