Mercoledì, 13 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
SANITA'

Sanità, ombre sulle nuove nomine in Calabria: contromosse per bloccare i manager

di

È durata lo spazio di un mattino la sbandierata collaborazione tra la Regione e la struttura commissariale Cotticelli-Schael. A interromperla bruscamente la mancata concertazione sulle nomine dei sette commissari di Asp e ospedali decise dalla Giunta Oliverio.

La ministra della Salute Giulia Grillo non l’ha presa bene e nemmeno i due delegati del Governo avrebbero apprezzato, trovandosi a dover operare anche con quei manager sotto la cui gestione le perdite degli enti sanitari sono lievitate. Lo scontro è ormai politico e in casa 5Stelle si prefigurano le contromosse. L’ipotesi è che la struttura commissariale affidi a dei soggetti attuatori le funzioni dei neo-manager ritenuti inadeguati, che perderebbero le funzioni ma non lo stipendio.

La soluzione è stata proposta dai deputati M5s Sapia e Nesci alla ministra Grillo. Inoltre la delibera di nomina di Cotticelli e Schael assegna loro il potere di revocare qualsiasi provvedimento che ostacoli l’attuazione del Piano di rientro.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook