Sabato, 17 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
LE POLEMICHE

Pd, primarie avvelenate a Catanzaro: "Irregolarità e spostamenti di voti"

di
catanzaro, pd primarie, ricorsi, Maria Teresa D’Agostino, Patrizia Maiello, Catanzaro, Calabria, Politica
Gli zingarettiani divisi e il segretario Cuda sempre più isolato

Un ricorso, ed è subito sera. Cade la notte sull’unità/identità del Pd di Catanzaro, faticosamente rincorsa dopo tanti inciampi ed ora smascherata nella sua velleitaria inconsistenza. Dopo la burrascosa assemblea provinciale di giovedì sera, arriva la “certificazione” di un dissenso che è malessere ma anche voglia di aria fresca, attraverso il ricorso che due donne (la sottolineatura ci sta tutta data la perdurante carenza di visibilità e di ruoli dell’universo femminile in politica) componenti della Commissione provinciale per il Congresso, le “laburiste dem per Zingaretti” Maria Teresa D’Agostino e Patrizia Maiello, hanno presentato ala Commissione nazionale e regionale per il congresso. Entrambe ricorrono avverso le percentuali dei voti assegnati ai candidati alla segreteria nazionale del Partito approvate giovedì alla convenzione provinciale. Secondo le ricorrenti le percentuali attribuite ai singoli candidati non rispecchiano i voti espressi dai Circoli.

Leggi la versione integrale dell’articolo su Gazzetta del Sud – edizione Catanzaro in edicola oggi.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook