Sabato, 17 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
LAVORO

Regione, Anci e sindacati in pressing sul Governo: subito un tavolo per stabilizzare gli Lsu-Lpu

Sbloccare la situazione della stabilizzazione degli lsu ed lpu della Calabria. Questo l'obiettivo di un incontro all'assessorato regionale al Lavoro tra i rappresentanti della Regione e i sindacati. Presenti l'assessore Angela Robbe, il direttore generale del Dipartimento regionale al Lavoro, Roberto Cosentino, il funzionario Capicotto, il presidente Anci Calabria, Gianluca Callipo e il presidente del Consiglio regionale autonomie locali della Calabria, Salvatore Lamirata.

Per la Cisl presenti, il segretario generale Cisl Fp Calabria, Luciana Giordano, e il segretario regionale della Cisl Calabria, Enzo Musolino. Nel suo intervento introduttivo, l'assessore Robbe ha spiegato ad Anci e Cal che l'incontro è finalizzato a fare quadrato per tentare di sbloccare la situazione anche alla luce della mancata convocazione del tavolo nazionale con tutti i ministeri competenti (lavoro, funzione pubblica e Mef). Ha spiegato che alla riunione precedente si era stabilito di chiedere un incontro alla deputazione parlamentare calabrese.

"Ho evidenziato - afferma Luciana Giordano - quanto delicata sia divenuta ormai la situazione degli lsu ed lpu calabresi, a causa dei problemi che si stanno ormai registrando fra le due forze di Governo e soprattutto con la netta chiusura manifestata dalla ministra Bongiorno sia al dialogo con le parti sociali sia rispetto a questo specifico problema. Se non si riuscirà ad ottenere un tavolo di confronto con il ministro della funzione pubblica, difficilmente si riuscirà non solo a ottenere le deroghe per le stabilizzazioni ma addirittura la proroga dei contratti in scadenza a ottobre prossimo. Ho poi evidenziato con determinazione a Callipo e Lamirata, l'importanza di inviare un chiaro messaggio di volontà alla stabilizzazione, chiedendo ai sindaci di procedere alle stabilizzazioni laddove i piani dei fabbisogni triennali di personale hanno individuato e certificato dei posti vacanti, ricorrendo alle procedure prescritte dall'art. 20 del D lgs 75/17. Ho poi ribadito l'esigenza di coinvolgere la deputazione parlamentare calabrese direttamente in questa vertenza, che deve sostenere e presentare emendamenti finalizzati agli scopi sopra descritti e deve intervenire per far attivare il tavolo interministeriale nazionale. Ho chiesto all'assessore Robbe di intervenire con urgenza su Azienda Calabria Verde e Arsac per procedere con urgenza alle stabilizzazioni".

Il segretario confederale, Enzo Musolino, nel suo intervento ha detto: "Nonostante il 5 giugno i ministeri competenti si erano impegnati a tornare a breve alla tavolo con un proposta risolutiva della vertenza, ad oggi il Ministero del lavoro sostiene di essere impossibilitato a procedere a qualsivoglia soluzione se non avviene un momento decisionale del Ministero della funzione pubblica. Voci autorevoli del Ministero del lavoro, ci riferiscono di un immobilismo che era ricercare solo ed esclusivamente a diatribe interne alla coalizione di governo".

E' stata concordata con Callipo (Anci) e La Mirata (CAL) una lettera da inviare alla Presidenza del Consiglio dei Ministri volta a sostenere le richieste avanzate dalle organizzazioni sindacali al tavolo ministeriale principalmente per deroghe assunzionali e contributo assunzionale fino a quiescenza. Presenti al tavolo per Uiltemp-Uil Gianvincenzo Benito Petrassi, Luca Muzzopappa e Luca Nicoletti, per Cisl-FpCisl Enzo Musolino e Luciana Giordano, per Cgil-Nidil-Fp Luigi Veraldi e Bruno Schipano.

“In questa vertenza indispensabile la posizione di Anci e Cal, che attraverso questa nota indirizzata alla Presidenza del Consiglio, manifestano la loro intenzione a voler risolvere la questione con la stabilizzazione di tutti i lavoratori e che con queste dichiarazioni affermano anche l’indispensabilità degli stessi all’interno degli enti dove grazie a questo bacino gli stessi amministratori riescono ad usufruire di molti servizi indispensabili per i cittadini”. Cosi si è espresso a Catanzaro Gianvincenzo Benito Petrassi – Segretario Nazionale UIL-Temp.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook