Venerdì, 25 Settembre 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Sanità Calabria, Santelli: "Chiudere centro neurogenetica è politicamente criminale"
LAMEZIA

Sanità Calabria, Santelli: "Chiudere centro neurogenetica è politicamente criminale"

"È politicamente criminale distruggere le eccellenze nel campo sanitario. Lo è ancor di più in Calabria.
La sanità calabrese è fatta di tante ombre, ma anche di luci e il Centro Regionale di Neurogenetica, diretto dalla Dottoressa Amalia Bruni, scienziata cui si deve la scoperta del gene dell’Alzheimer, è certamente un’eccellenza". Così Jole Santelli, presidente della Regione Calabria.

"Sono sicura che in un’altra regione questo centro sarebbe considerato una preziosa risorsa, soprattutto perché attivo nella diagnosi e cura delle demenze e con un importante laboratorio di genetica molecolare.
E invece il centro di Lamezia è a rischio chiusura e già sono partite le prime lettere di licenziamento".

"Non possiamo permetterci di mettere a rischio la ricerca scientifica, settore che deve diventare strategico per la nostra regione, e poi la cura dei pazienti, il benessere dei cittadini - continua - Valorizzare le eccellenze è prioritario in una terra di emergenza sanitaria continua".

"Rischia di essere inascoltato il grido di dolore lanciato, nei giorni scorsi,da Amalia Bruni : il centro di eccellenza di neurogenetica di Lamezia Terme entro il 1 marzo sarà costretto a chiudere e a licenziare il personale specializzato per mancanza di fondi". Ha commentato invece la parlamentare calabrese Enza Bruno Bossio.

"Finora nessuno dei decisori ha dato risposte risolutive. Mi pare giusto richiamare anche le responsabilità governative -continua la deputata dem- e, pertanto, ho deciso di rivolgere un'interrogazione parlamentare e sollecitare iniziative utili anche da parte del Ministero della salute, a trovare una soluzione. Il centro di Lamezia non è solo punto di riferimento per un'intera regione, ma l’eccellenza di un Sud le cui competenze, anche quelle eccelse, sono spesso ostacolate nello svolgere attività scientifiche e di ricerca uniche e straordinarie. È il caso della dottoressa Amalia Bruni e della sua équipe che ha compiuto in questi anni un lavoro straordinario di ricerca sulle malattie neurodegenerative che si sono affermate per i risultati conseguiti, in particolare nel contrasto all'Alzheimer, a livello internazionale. Non si può rimanere indifferenti alla notizia della chiusura di una struttura così importante come quella di Lamezia Terme. Quanto sia importante la ricerca, soprattutto in campo sanitario, ce lo ha ricordato, ove mai ce ne fosse bisogno, lo straordinario risultato conseguito sempre da ricercatrici italiane e meridionali per l'isolamento del virus Coronavirus".

Conclude l'onorevole Bruno Bossio: "È indispensabile, dunque, dare un contributo fattivo e quotidiano al vero motore di questo Paese: la ricerca, sostenendola ovunque con tutti i mezzi a disposizione".

 

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook