Giovedì, 09 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Sant'Anna Hospital di Catanzaro, Pisano: Pd e Articolo 1 avrebbero potuto fare pressione su Viscomi
LA POLEMICA

Sant'Anna Hospital di Catanzaro, Pisano: Pd e Articolo 1 avrebbero potuto fare pressione su Viscomi

«Sono così avulsi dal contesto che non riuscirebbero a farsi votare nemmeno se si presentassero da soli»
sant'anna hospital, Giuseppe Pisano, Catanzaro, Politica
Il capogruppo di Catanzaro con Abramo, Giuseppe Pisano

«Mentre l’ok dell’Asp all’accreditamento del Sant’Anna hospital ha rifatto vedere la luce su una vicenda che fino a lunedì sembrava essere avvolta nel buoi più pesto, prendo atto con soddisfazione della nota diramata, fra gli altri, dal coordinamento catanzarese del Pd e dalla sezione cittadina di Articolo 1. Grazie di esistere, mi verrebbe da dire, se non fosse che avrebbero potuto dimostrare la propria esistenza in ben altri tempi e con ben altri modi». Lo ha affermato il capogruppo di "Catanzaro con Abramo" al Comune, Giuseppe Pisano. «Mi spiego meglio: invece di commentare gli spiragli che si stanno aprendo nella crisi del Sant’Anna, grazie a un intervento sinergico delle istituzioni comunali e regionali che loro invece mistificano, il Pd e Articolo 1 di Catanzaro - ha proseguito Pisano - avrebbero potuto fare pressione sul proprio parlamentare di riferimento, il democrat Antonio Viscomi, e sul proprio ministro alla Salute, quel Roberto Speranza che è la figura più importante di Articolo 1, per evitare che i dipendenti e i pazienti del Sant’Anna vivessero settimane drammatiche. Niente di tutto ciò è stato fatto, eppure avrebbero potuto intervenire in modo deciso senza che se la sbrigassero gli enti regionali e comunali: ricordo loro che il commissario alla Sanità in Calabria, che è il plenipotenziario del settore nella nostra regione, lo ha nominato lo stesso governo di cui fa parte Speranza». Quanto all’atteggiamento delle istituzioni «che questi signori hanno definito “particolarmente timido”, propongo una domanda: dov’erano lunedì scorso, i rappresentanti del Pd e di Articolo 1, - si è chiesto - quando il sindaco Sergio Abramo ha invocato un ricorso alle barricate se la situazione del Sant’Anna non fosse stata risolta in positivo? Dov’erano quando quello che è anche il loro primo cittadino ha alzato i toni, giustamente, per evitare che su un’eccellenza come il Sant’Anna calasse il silenzio? Cosa facevano quando tutto il Consiglio comunale di Catanzaro ha votato in modo unanime un atto di indirizzo, proprio sul Sant’Anna, indirizzato al premier Conte e allo stesso ministro Speranza? Cosa facevano quando lunedì sera il sindaco Abramo ha partecipato a uno degli incontri decisivi con il commissario Longo, il presidente Spirlì e l’assessore Gallo in Cittadella? Soprattutto, è possibile che il Pd e Articolo 1 a Catanzaro non leggano nemmeno un giornale per informarsi su cosa succede in questa che è anche la loro città? Con una breve e inutile nota questi signori hanno dimostrato per l’ennesima volta perché non vinceranno mai un’elezione: sono così avulsi dal contesto che non riuscirebbero a farsi votare nemmeno se si presentassero da soli».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook