Mercoledì, 27 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Lamezia, polemiche sulla memoria difensiva. Mascaro: sul voto nessuna indagine

Lamezia, polemiche sulla memoria difensiva. Mascaro: sul voto nessuna indagine

di
Il giorno dopo il ritiro della richiesta di sospensiva al Consiglio di Stato
elezioni lamezia, Paolo Mascaro, pino zaffina, Catanzaro, Politica
Pino Zaffina e Paolo Mascaro

Il rinvio delle “mini” elezioni all’autunno, e le disposizioni che di conseguenza consentiranno di fissare il voto per il rinnovo del consiglio provinciale a dicembre, rappresentano «l’unico motivo» per cui si è deciso di rinunciare alla sospensiva. A chiarirlo è lo stesso sindaco sospeso Paolo Mascaro contattato telefonicamente dalla Gazzetta il giorno dopo l’udienza in cui il Consiglio di Stato ha preso atto del ritiro dell’istanza cautelare da parte degli avvocati Antonino Galletti e Giovanni Malinconico, che rappresentano lui e l’ex presidente del consiglio comunale Peppino Zaffina nell’appello incidentale proposto contro il ricorso dell’esponente M5S Silvio Zizza che, invece, chiede l’annullamento totale delle elezioni del novembre 2019. Le modifiche legislative che hanno generato il rinvio delle elezioni hanno fatto insomma «venir meno il profilo cautelare» visto che il giudizio di merito è fissato per il 18 maggio, data in cui il Consiglio di Stato si pronuncerà in via definitiva sulle elezioni lametine e sull'eventuale prosecuzione del commissariamento del Comune.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook