Martedì, 30 Novembre 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Braccio di ferro Comune di Crotone ed Eni. La soluzione è sempre più lontana
INCONTRO

Braccio di ferro Comune di Crotone ed Eni. La soluzione è sempre più lontana

di
Ieri il faccia a faccia in Municipio sull’attività estrattiva in mare

Il braccio di ferro tra Eni e il Comune di Crotone va avanti. Questa volta la questione sul tavolo è il rinnovo della convenzione con Ionica Gas relativa all’attività estrattiva in mare scaduta nel 2011. Ieri mattina si è svolto un incontro al quale hanno partecipato oltre ai vertici di Eni e al sindaco Vincenzo Voce anche gli assessori Antonio Scanale e Natale Filiberto, i consiglieri comunali Antonio Manica e Nino Corigliano. La trattativa purtroppo è ancora lontana da una soluzione che possa lasciare soddisfatta la città di Crotone perché si lavora su due fronti: da una parte ottenere il riconoscimento dell’attività svolta dal 2011 ad oggi e scoperta da convenzione, dall’altra parte si ragiona sul futuro. Secondo quanto è stato possibile apprendere Eni vorrebbe mettere da parte il passato e riconsiderare i rapporti futuri sulla base dell’attuale disponibilità di gas nei pozzi attivi, che è sicuramente inferiore rispetto al passato. Il sindaco Voce ed i suoi assessori hanno giudicato inaccettabile la proposta e hanno invitato Eni a ragionare su alternative quanto meno valutabili.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook