Mercoledì, 26 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Guardavalle, l’ex sindaco Ussia attacca il commissario: «All’ufficio tecnico la persona di prima»
CONTROVERSIA

Guardavalle, l’ex sindaco Ussia attacca il commissario: «All’ufficio tecnico la persona di prima»

di
Lo scioglimento del consiglio comunale continua a far discutere
Catanzaro, Politica
Il Municipio di Guardavalle

Dopo la sentenza con cui il Tar ha confermato lo scioglimento del consiglio comunale di Guardavalle, l’ex sindaco Pino Ussia ha rilasciato dichiarazioni infuocate nelle quali si è dipinto come “vittima” di una presunta ingiustizia. Rispetto a tali dichiarazioni, il presidente della commissione prefettizia che attualmente regge le sorti del Comune, Umberto Campini, ha inteso fornire alcune precisazioni. Per inquadrare la questione, bisogna tornare indietro alla notifica, nel febbraio scorso, dello scioglimento dell’ente per condizionamento da parte delle cosche locali. Sin da quel momento, il sindaco ha rivendicato la correttezza del proprio operato amministrativo e la distanza della propria amministrazione da dinamiche mafiose o contrassegnate dall’illegalità. Dopo l’insediamento della commissione prefettizia, e dopo alcuni atti compiuti dalla terna commissariale, il sindaco ha rilanciato citando alcuni esempi, con lo scopo di dimostrare di aver agito sempre correttamente. In particolare, nel corso di un’intervista ha riferito di aver incontrato il responsabile dell’ufficio tecnico, il quale gli avrebbe chiesto un consiglio rispetto alla proposta ricevuta dalla commissione di permanere nell’incarico dirigenziale.
Circostanza che poi si sarebbe di fatto verificata: il tecnico è stato confermato. Per il sindaco Ussia ciò rappresenterebbe una continuità fra la sua amministrazione e l’operato della terna commissariale. Il secondo elemento che l’ex sindaco ha preso in considerazione è la proroga da parte della commissione prefettizia delle concessioni demaniali, che erano state oggetto di valutazione e censura da parte della commissione d’accesso nella proposta di scioglimento dell’ente. Diversa la ricostruzione fornita dal viceprefetto Campini che, raggiunto telefonicamente, ha inteso dare alcuni chiarimenti.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook