Lunedì, 27 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Catanzaro, respinto il ricorso di Nastasi: Amalia Bruni resta in Consiglio regionale
TRIBUNALE

Catanzaro, respinto il ricorso di Nastasi: Amalia Bruni resta in Consiglio regionale

Secondo l'esponente reggino del Movimento 5 Stelle la rappresentante del centrosinistra non poteva candidarsi. Respinto anche il il ricorso di un’elettrice contro Franco Iacucci, attuale vicepresidente del Consiglio regionale
catanzaro, elezioni, ricorso, Catanzaro, Politica
Amalia Bruni

Il Tribunale di Catanzaro ha rigettato il ricorso presentato da Annunziato Nastasi, esponente reggino del Movimento 5 Stelle, avverso l’eleggibilità della candidata presidente del centrosinistra alle ultime Regionali, Amalia Bruni. La direttrice del Centro di neurogenetica, secondo quanto sostenuto nel ricorso presentato da Nastasi, «avrebbe violato di due giorni il termine per l’aspettativa lavorativa obbligatoria per candidarsi. Tra le cause di ineleggibilità, inoltre, la posizione apicale che la stessa riveste nell’Asp di Catanzaro».

Tesi che non hanno trovato accoglimento di fronte ai giudici al Tribunale di Catanzaro. Bruni, assistita dall’avvocato Oreste Morcavallo, mantiene dunque il seggio in Consiglio regionale.
Ed è stato giudicato improcedibile, sempre dal Tribunale del capoluogo, anche il ricorso avanzato da un’elettrice nei confronti di Franco Iacucci, attuale vicepresidente del Consiglio regionale in quota Pd. Nel mirino della cittadina promotrice c’era il ruolo ricoperto da Iacucci - quello di presidente della Provincia di Cosenza - all’atto della presentazione delle candidature in Regione. Iacucci, in ogni caso, è stato condannato al pagamento delle spese legali.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook