Mercoledì, 01 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Crotone, la destinazione dei rifiuti industriali pesa sul prosieguo della bonifica
L'ASSISE

Crotone, la destinazione dei rifiuti industriali pesa sul prosieguo della bonifica

di
Dibattito in Consiglio comunale sul destino delle discariche fronte mare

«Prima di mettere mano alla bonifica delle discariche fronte mare, bisogna capire dove portare i rifiuti che contengono». È questo per il sindaco Vincenzo Voce il problema fondamentale da risolvere, che ha portato l’amministrazione a valutare la possibilità di accogliere il piano B di Eni Rewind che propone di lasciare parte di quanto presente nei siti dell’Armeria e di Farina Trappeto dove si trovano. Il sindaco ieri pomeriggio, ha risposto alle interrogazioni dei consiglieri di opposizione che avevano chiesto un Consiglio comunale straordinario con un solo punto all’ordine del giorno: lo stato dell’arte della bonifica dell’ex sito industriale e il futuro delle discariche fronte mare.
Ad illustrare l’interrogazione è stato il primo firmatario della mozione: Danilo Arcuri. Stando a quanto contenuto nel Pob fase due, approvato il 24 ottobre del 2019, le discariche vanno completamente rimosse e i rifiuti portati fuori regione. «Quei rifiuti non possono essere accolti da nessuna parte in Italia – ha spiegato ieri il sindaco rispondendo ai consiglieri – ma anche portarli in Europa è molto difficile per il quantitativo di materiali da smaltire».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook