Giovedì, 02 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Presentato il portale "Scelgo la vita", c'era pure il consigliere provinciale di Catanzaro Francesco Trunzo
DROGHE

Presentato il portale "Scelgo la vita", c'era pure il consigliere provinciale di Catanzaro Francesco Trunzo

Catanzaro, Politica
Francesco Trunzo
"Nel giorno del compleanno di Don Pierino Gelmini, ho avuto l'onore di partecipare a Roma nella sala Nassirya del Senato, ai lavori per la nascita del portale "scelgo la vita" della fondazione "Italia Protagonista" del Vicepresidente del Senato On.le Maurizio Gasparri, che da sempre ha combattuto ogni forma di legalizzazione delle droghe ed è sempre stato sensibile a questo tema.
 Il varo di scelgolavita.it arriva in un momento molto delicato, amplificato dalle crisi sociali, sanitarie e culturali. Lo stesso presidente Mattarella ha sottolineato la necessità della prevenzione e di una giusta informazione per i giovani. Questo portale rappresenta una risposta adeguata che, collaborando con le realtà già esistenti sul territorio e con le istituzioni potrà fornire certamente indicazioni utili nell’opera di aiuto a chi è vittima di queste dipendenze". Lo ha affermato il vicesindaco del Comune di San Mango d’Aquino e consigliere provinciale di Catanzaro, Francesco Trunzo. Alla presentazione, hanno preso parte i rappresentanti delle principali realtà comunitarie italiane ed anche il Procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri che nel corso degli anni si è distinto per la lotta al narcotraffico e per il suo forte impegno contro la legalizzazione delle cosiddette “droghe leggere”.
"Ringrazio il capo struttura di Comunità Incontro Onlus Giampaolo Nicolasi - ha detto Trunzo - perché è anche grazie a lui se mi sento parte integrante della comunità, la comunità che in 60 anni di attività, ha ospitato 300 mila ragazzi ed ha una sua sede a San Mango d'Aquino, sede che sarà adibita anche, tra le altre cose, a centro di ascolto per la Calabria, e fornirà certamente indicazioni utili nell’opera di aiuto a chi è vittima di queste dipendenze. L’incontro quindi ha rappresentato l’occasione per ribadire un NO a qualsiasi proposta di legalizzazione".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook