Mercoledì, 16 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
L'INIZIATIVA

Stefanaconi, costruito un forno a legna "pubblico"

di

Il recupero della memoria e dell’identità di una comunità passa anche attraverso piccoli gesti concreti. E’ questo il caso di Stefanaconi dove l’amministrazione comunale guidata da Salvatore Solano ha realizzato un originale “Forno a legna pubblico” nella Villa Elena. Si tratta di un ulteriore tassello lungo il percorso già avviato per fare di Stefanaconi il “Paese del Pane”.

Una tradizione, quella della panificazione, che viene da lontano e che è talmente riconosciuta che ancora oggi nei numerosi forni a conduzione familiare del luogo vengono sfornate le gustose forme di pane destinate alle tavole imbandite dell’intero comprensorio.

Un’attività che nelle intenzioni di Solano e della sua squadra deve sempre di più divenire volano di sviluppo economico anche attraverso il riconoscimento della “tipicità protetta” legata alla specificità del territorio ed alla qualità del prodotto.

Da ricordare inoltre che ormai da quasi trent’anni nel mese di agosto proprio a Stefanaconi si svolge, su iniziativa della locale Pro Loco, la “Sagra del Pane” che costituisce uno degli appuntamenti di genere più riusciti e partecipati dell’intera regione.

Domani - in concomitanza con la manifestazione di fine anno scolastico che in Piazza della Vittoria e nell’adiacente Villa Elena a partire dalle ore 15.30 riunirà le scuole di ogni ordine e grado dei comuni di Stefanaconi, Sant’Onofrio, Maierato e Filogaso sotto l’egida dell’Istituto comprensivo statale guidato dal dirigente Raffaele Vitale - oltre agli spettacoli ed esibizioni degli studenti in programma, verrà “sfornato e distribuito il pane di Stefanaconi” a simboleggiare l‘“inizio di un progetto condiviso che ancora una volta vedrà la comunità sicura protagonista”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook