Lunedì, 26 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
IL CONCORSO

"La Calabria e il paesaggio", terzo posto per gli studenti di Pianopoli

Importante riconoscimento per gli alunni della scuola primaria “Torchia” di Pianopoli.

Gli studenti delle classi quinti B e C hanno infatti ottenuto il terzo posto al concorso regionale “La Calabria e il paesaggio, un patrimonio da studiare”, indetto dalla presidenza del Consiglio regionale della Calabria, grazie ad un poster fotografico dedicato all’Abbazia di Santa Maria di Corazzo, nella frazione Castagna a Carlopoli.

A ritirare il premio sono stati gli alunni Giorgia Amodeo, Allegra Saturno, Agostino Guzzo e Ludovica Lucia Fazio (Ludovica Rosato, componente del gruppo, è stata assente perché impegnata in una manifestazione sportiva), accompagnati dai genitori e dalla docente delle classi Maria Laura De Masi, che per l’occasione si sono recati a palazzo “Campanella” a Reggio Calabria.

La partecipazione al concorso, dedicato a Fabiana Luzzi, ha previsto la rappresentazione fotografica di un territorio calabrese corredata da testi descrittivi o slogan con la finalità di valorizzarlo e promuoverlo nei suoi aspetti paesaggistici e culturali.

Gli studenti di Pianopoli si sono classificati al terzo posto nella Sezione A dedicata alle scuole primarie, grazie alla presentazione del poster fotografico prodotto con la guida delle docenti Romina Di Spena, referente del concorso per l’Istituto comprensivo “Don Saverio Gatti”, e Maria Laura De Masi.

Agli alunni delle classi quinte B e C di Pianopoli è stato consegnato un attestato di merito e alla scuola è stato devoluto un assegno di 500 euro da destinare all’acquisto di materiale didattico.

I cinque bambini rappresentanti l’Istituto, guidato dalla dirigente Margherita Primavera, hanno ricevuto una medaglia ciascuno e la possibilità di partecipare a un laboratorio didattico inerente al tema del concorso, che si è svolto tra Bagnara e Scilla durante la prima settimana di giugno.

Grazie al premio hanno avuto l’occasione di assistere alla costruzione dei muri a secco ad opera degli “Armacatari”, visitare i vigneti terrazzati della zona e trascorrere un bellissimo pomeriggio nel borgo marinaro di Chianalea. Soddisfazione è stata espressa dalla dirigente Margherita Primavera, per “l’impegno profuso da docenti e studenti”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook