Domenica, 27 Novembre 2022
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Catanzaro, il cappello intelligente che misura la distanza di un metro realizzato dagli studenti del Ferraris
INNOVAZIONE

Catanzaro, il cappello intelligente che misura la distanza di un metro realizzato dagli studenti del Ferraris

cappello intelligente, ferraris catanzaro, Catanzaro, Società
L'ipsia Ferraris di Catanzaro

Anche per il 2021 l’Istituto Superiore “Petrucci Ferraris Maresca” grazie al FabLab in dotazione dell’Istituto “G. Ferraris” di Santa Maria di Catanzaro, ha partecipato, come di consueto, al progetto “Premio Scuola Digitale” svoltosi, eccezionalmente e per questo anno scolastico, a distanza su piattaforma Google Meet ed in diretta streaming YouTube. L’evento ha un duplice scopo: da un lato portare a conoscenza di un pubblico sempre più vasto dei sistemi tecnologici innovativi (l’elettronica, l’informatica, la robotica) e dall’altro favorire l’incontro tra le diverse e sempre più numerose realtà scolastiche, esistenti sul nostro territorio, impegnate nelle attività “digitali”.

L’iniziativa promossa dal Liceo Scientifico "G. Galilei" di Lamezia Terme, diretto dalla Prof.ssa Teresa Goffredo, ha visto alti di aggregazione, grazie ad un’ottima capacità organizzativa nel preparare l'evento. Dopo i saluti istituzionali della dott.ssa Rosanna Barbieri e del dott. Vito Primerano, Dirigenti Tecnici dell’Ufficio Scolastico Regionale della Calabria, della dott.ssa Lucia Abiuso (Responsabile PNSD per la Calabria) e dei Dirigenti scolastici degli Istituti partecipanti, gli alunni della 5°A, sotto la guida esperta del prof. Roberto Mellea, coadiuvato dai proff. Francesco Pentifallo, Pasquale Chieffallo e Piero Cosentino e lo sguardo attento della Dirigente Scolastica Prof.ssa Elisabetta Zaccone, sempre sensibile a questi eventi, hanno presentato un progetto innovativo denominato “Stay away” utile per il distanziamento sociale ed il controllo di esposizione di potenziali rischi da contagio COVID19.

Si tratta di un cappellino “intelligente” che effettua la segnalazione di persone distanziate a meno di 1 metro e, contemporaneamente, la misurazione di temperature corporee anomale, sfruttando la tecnologia open-source del sistema Arduino, un sensore di prossimità ad ultrasuoni e un sensore di temperatura ad infrarossi. L’idea, senza dubbio di alto spessore tecnologico, ha impegnato gli allievi che autofinanziandosi, hanno simulato la creazione di una start-up, con tanto di presidente, tesoriere, responsabile per gli acquisti on-line, segretario, responsabile tecnico ed un responsabile alle pubbliche relazioni. Il prodotto, illustrato dagli allievi alla giuria ed al numeroso pubblico presente online, è stato apprezzato al punto tale da meritare il primo posto ed ha suscitato notevole curiosità ed interesse. Prossimamente l’Istituto si pregerà di partecipare alla successiva fase regionale organizzata dall’Ufficio Scolastico Regionale della Calabria.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook