Giovedì, 09 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Calabria, sabato prossimo al via la Colletta alimentare. Si cercano “pettorine gialle”
L'INIZIATIVA

Calabria, sabato prossimo al via la Colletta alimentare. Si cercano “pettorine gialle”

Serve la presenza di giovani volontari di tutte le età disposti ad indossare - per una mattina, un pomeriggio o per l'intera giornata - la pettorina gialla e accogliere davanti al supermercato del proprio quartiere chi si recherà a fare la spesa

È iniziato il conto alla rovescia per la Colletta alimentare 2021. L'appuntamento è per il prossimo sabato, 27 novembre, giorno in cui davanti ai supermercati di tutta Italia, saremo invitati ad acquistare beni di prima necessità da destinare alle famiglie più bisognose del nostro territorio.

Anche la Calabria si appresta a vivere questo evento con grande entusiasmo e, per far sì che tutto si svolga nel migliore dei modi e si raggiungano risultati migliori di sempre, il Banco Alimentare della Calabria è alla ricerca di nuovi volontari. Giovani di tutte le età disposti ad indossare - per una mattina, un pomeriggio o per l'intera giornata - la pettorina gialla della Colletta e accogliere davanti al supermercato del proprio quartiere chi si recherà a fare la spesa.

"La macchina organizzativa della Colletta Alimentare si è attivata già da qualche settimana - fa sapere Gianni Romeo, direttore del Banco Alimentare della Calabria. Come ogni anno siamo alla ricerca di volontari disposti a regalarci un po' del loro tempo per la giornata di sabato 27 novembre. Sono tante le persone sulle quali eravamo abituati a contare, soprattutto anziani, che per via del Covid non se la sentono di rinnovare il loro impegno in questo periodo ancora critico dal punto di vista dei contagi".
Quest'anno, infatti, il sorriso delle persone che parteciperanno alla Colletta Alimentare sarà celato da una mascherina, visto che siamo chiamati a non abbassare la guardia e a proteggerci dal virus. "Saranno gli occhi a parlare per chi dona e per chi riceve, visto che il bisogno da parte delle famiglie non è mai diminuito, piuttosto è aumentato a causa delle gravi conseguenze che ha avuto la pandemie sull'economia, in particolare nella nostra regione", prosegue il presidente del Banco Alimentare della Calabria, Franco Falcone.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook