Giovedì, 06 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Vibo Valentia, alunni e docenti del "Capialbi" a studiare arte e cultura di Palma di Maiorca
ERASMUS

Vibo Valentia, alunni e docenti del "Capialbi" a studiare arte e cultura di Palma di Maiorca

“Marketing 4 Artists”, il titolo del progetto Erasmus + che alcuni docenti del Liceo Vito Capialbi di Vibo Valentia hanno frequentato a Palma di Maiorca, la magnifica isola dell’Arcipelago delle Baleari. Il progetto prevede la mobilità staff di 16 docenti del Liceo, con priorità per gli insegnanti delle materie artistiche, musicali e coreutiche, tutti coinvolti in 8 giorni di formazione e full immersion nell’arte e nella cultura Maiorchina e spagnola in generale. Grazie alla competenza dell’Euro progettista Karin Callipo, partner del Progetto e presidente di Education In Progress-Spain, i docenti hanno potuto confrontarsi con esperti del settore, esperti in comunicazione e marketing.

L’idea nasce dalle difficoltà a cui possono andare incontro giovani talenti del canto, della musica, della danza, spesso privi di strumenti per poter promuovere la propria arte e costruire la propria carriera. Così i referenti Erasmus della scuola, insieme al partner spagnolo, hanno immaginato un percorso di formazione che possa trasferire importanti competenze di marketing dai docenti in mobilità agli studenti del Liceo. La dottoressa Karin Callipo ha pensato bene di offrire ai docenti presenti a Palma le preziose comunicazioni di Sergio G. Garcea, insigne Professionista della Comunicazione e poi di metterli a contatto con eccellenze delle espressioni artistiche più disparate, note in tutta la Spagna.

Per esempio, vere e proprie fucine di giovani artisti ed anche di pop star come l’ Es Gremi, un vecchio capannone industriale di 5000 mq, divenuto uno dei centri musicali più importanti d’Europa e che per ventiquattro ore al giorno accoglie decine e decine d’artisti che lì perfezionano le proprie conoscenze e si preparano alla notorietà ed al successo. Oppure l’Agenzia Talia Espectaculos dove centinaia di giovani di tutta Europa frequentano stage nei grandi alberghi, villaggi e teatri di tutta la Spagna ed al termine del processo formativo spesso continuano a lavorare soddisfacendo i loro bisogni economici e soprattutto le passioni che li hanno condotto fin lì. E poi la straordinaria esperienza della Scuola Primaria Ceipieem di Son Serra, insignita del Premi Nacional d’Educacio e Scuola associata UNESCO,  dove ai bambini con spiccata propensione artistica viene offerta la possibilità di crescere in un mondo improntato alle loro sensibilità, da insegnanti che mettono al loro servizio il cuore, la passione ed il fuoco dell’Arte. Ed infine, fra i tanti approcci ad un mondo che significa condivisione di eccellenze, solidarietà nella divulgazione, generosità nell’offerta, la incredibile performance audio visuale di Lucia Paz, straordinaria ballerina galiziana venticinquenne che, in un premiatissimo audiovideo, ancor prima della deflagrazione del covid in tutto il mondo, ha prodotto col suo team ciò che sarebbe potuto accadere , ed infatti è accaduto, con un virus che, camminando con le gambe dell’uomo, si radicasse in tutto il pianeta.

Gli occhi pieni d’entusiasmo delle docenti Donatella Bruni, Gabriella Cutrupi, Concetta Garistina e Concetta Tropeano, che hanno partecipato al primo gruppo di mobilità, le ha fatte ritornare alle loro attività scolastiche quotidiane, grate a Karin Callipo ed al Dirigente del Liceo, Antonello Scalamandrè, per aver dato loro questa incredibile opportunità, ma anche desiderose di mettere a frutto ogni goccia di conoscenza appresa durante l’esperienza maiorchina. Le successive visite di altri docenti ed anche di allievi, non potranno far altro che confermare il successo dell’iniziativa proposta dal Liceo Capialbi e trasferire in un tessuto debole come quello del territorio vibonese le opportunità di gemellaggio, lo scambio di esperienze, le opportunità di lavoro per i diplomati, il regalo di nuove notorietà ad artisti spagnoli in Italia ed italiani in Spagna. Il tutto per la costruzione di una cultura condivisa per giovani europei, per un futuro di benessere e di comunità che metta al bando la guerra, i conflitti e le incomprensioni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook