Domenica, 18 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
SERIE C

Catanzaro, il carattere è da prima della classe

di

Le polemiche legate al “cucchiaio” di Giannone, al suo rigore sbagliato, a una vittoria sfumata quando era davvero vicinissima, non possono mettere in secondo piano la prestazione del Catanzaro – positiva, concreta, a tutto tondo – in casa della Juve Stabia.

Da questa dimostrazione di forza, l’ennesima, si ripartirà dopo il turno di riposo, al “Ceravolo” con il Monopoli (domenica prossima, alle 14.30 invece delle 20.30). Perché mercoledì sera sono stati i giocatori campani a esultare per lo 0-0: al fischio finale hanno festeggiato lo scampato pericolo come un successo.

È un merito ulteriore da riconoscere ai giallorossi, tatticamente ineccepibili al “Menti”, nell’ottava uscita in ventitré giorni (nessuno ha giocato di più). Per riassumere il peso di ciò che hanno fatto le Aquile vanno tenuti in considerazione vari aspetti. Il primo è quello delle assenze in attacco: senza Kanoute, Fischnaller (in panchina, ma non rischiati) e Bianchimano (nemmeno convocato), sono stati Ciccone, Casoli e D’Ursi, e dopo anche Giannone, a dare fastidio e a tenere sempre in apprensione la migliore difesa del torneo.

L’ applicazione – questo è il secondo aspetto da considerare – che ha avuto il Catanzaro non è stata per niente inferiore. È stato un bel duello fra tecnici, Auteri e Caserta, che è finito in pareggio. Il terzo aspetto molto positivo riguarda la personalità della squadra. Le prove dei singoli sono state tutte al di sopra della sufficienza (lo sarebbe stata anche quella di Giannone senza il rigore sbagliato). In quattro hanno brillato più degli altri: Celiento, Maita, Statella e Riggio.

Il gruppo riprenderà a sgobbare domani pomeriggio a Giovino (ore 14:30).  Sull’agenda di Auteri i recuperi di Kanoute, Fischnaller e Bianchimano, che dovrebbero finalmente superare del tutto i rispettivi problemi (flessore, caviglia e adduttore). I dubbi riguardano il lungodegente Repossi e il vice capitano Figliomeni, che ha alzato bandiera bianca nel primo tempo di Castellammare (sospetta lesione muscolare).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook