Mercoledì, 16 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
L'INAUGURAZIONE

Nasce l'Inter Club di Sant'Onofrio, dedicato al compianto Benedetto Bilotta

di

Nasce nel nome di Benedetto Bilotta, lo sfortunato diciottenne originario di Maierato venuto prematuramente a mancare esattamente due anni fa a causa di una devastante setticemia da meningococco, l’Inter Club di Sant’Onofrio. Benedetto nutriva tanti sogni, tipici della sua età, ma su tutto anteponeva la grande fede verso la “sua” Inter, ispirandosi in particolare ai valori umani e sportivi incarnati dal grande “Capitano” Javier Zanetti.

E proprio una maglia originale con il numero 4, utilizzata durante la vittoriosa finale di Coppa Uefa del 1991, è stata donata durante uno dei momenti più emozionanti della cerimonia inaugurale dal Centro Coordinamento Inter Club ai genitori di Benedetto, Saverio e Palma, ed al fratello Davide.

Costituito da ben 107 soci in rappresentanza dei tantissimi tifosi interisti di Sant’Onofrio e della vicina Maierato, il sodalizio nerazzurro ha già un primo consiglio direttivo composto da Domenico Belsito (presidente), Nicola Fusca (fondatore e presidente onorario), Davide Bilotta (vicepresidente), Marco Antonio Furnari (tesoriere) e Saverio Bilotta (segretario).

La presentazione del club, che per la normale attività socioaggregativa utilizzerà alcuni locali concessi dall’amministrazione comunale, è avvenuta presso un noto ristorante cittadino. Ad illustrarne finalità e ragione sociale il presidente Belsito che oltre a sottolineare la “vicinanza ideale” con Benedetto” ed il “prezioso ruolo svolto dal fondatore Nicola Fusca nel concretizzare questo progetto” ha evidenziato la necessità di “andare oltre il semplice fan club per condividere nella comune passione nerazzurra sentimenti di amicizia, solidarietà e progresso culturale”.

«In tale ottica - ha evidenziato Belsito - le radici sono state piantate. A tutti noi l’impegno di far crescere adesso forte e rigoglioso l’albero dell’amicizia e della passione verso i colori nerazzurri». L’ufficializzazione del club, il primo del genere sul territorio comunale, segna un’importante primogenitura dei tifosi interisti sugli storici rivali juventini.

Numericamente preponderanti anche a Sant’Onofrio i tifosi della “Vecchia Signora” non sono comunque riusciti, almeno finora, ad organizzare un proprio sodalizio. Un’idea rivelatesi velleitaria. A conferma di ciò la locandina, affissa nei luoghi pubblici e a cui non è stato poi dato alcun seguito concreto, che già dalla scorsa estate propagandava la costituzione del primo club bianconero a Sant’Onofrio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook