Sabato, 27 Febbraio 2021
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Catanzaro-Vibonese, panchine che traballano. E' il "derby del riscatto"
SERIE C

Catanzaro-Vibonese, panchine che traballano. E' il "derby del riscatto"

di

Il "derby del riscatto", per venire fuori dal periodo più buio della stagione. Catanzaro e Vibonese, una di fronte all'altra, domenica sera alle 20:30 al "Ceravolo". Una partita speciale, due progetti a confronto, diversi nel modo di fare calcio, nelle ambizioni, nella tradizione.

Da una parte il Catanzaro, con una dirigenza che anche nell’ultima sessione di mercato ha risposto presente, con i fatti. I recenti risultati sono però differenti da quelli attesi e, al di là di una Ternana ormai in fuga da tempo, è proprio il concetto di raccogliere meno rispetto agli sforzi profusi che non va giù in casa giallorossa. Urge una reazione, ritrovare quella fisionomia, concretezza in campo e nell’atteggiamento che aveva portato le Aquile a volare in classifica. Calabro è di nuovo in discussione, lo è già stato e ne è uscito con la forza del gruppo e delle idee. Il dg Foresti, "portavoce" della società, ha richiamato tutti a raccolta ieri a Giovino: una strigliata, come quella di novembre che seguì al pari interno con il Palermo (all'epoca, arrivò anche il ritiro). Allora funzionò, ci si attende una scossa anche in questa occasione. Serve fare quadrato, difendendo il senso stesso del progetto costruito. Perché l'ultimo mercato è stato calibrato sulle idee di Calabro e sarebbe un fallimento azzerare tutto in corsa ("radiomercato" parla di un sondaggio per l'ex Viterbese Sottili). Alcune scelte nella deludente trasferte di Pagani non sono piaciute, ma c'è tutto il tempo per rimediare. La profondità e qualità della rosa permettono di ben sperare.

Dall’altra parte ci sarà quella Vibonese che prima del mercato sembrava potere guardare alle zone nobili e adesso deve tornare a voltarsi dietro. Caffo è stato chiaro: "Galfano non si tocca". E' lui l'uomo giusto per valorizzare giovani e forze interne. Una doppia sconfitta e qualche prova non troppo brillante preoccupano fino ad un certo punto il patron dei rossoblù. Le conferme dei gioiellini Plescia e Marson sono state importanti, hanno mantenuto un'identità che ha dato riscontri ma ora necessita di conferme. "Anche la passata stagione – ricorda Caffo – abbiamo avuto difficoltà simili subito dopo la sosta. Tradizionalmente la Vibonese ha sempre fatto fatica in questi primi mesi dell’anno ma confido nel lavoro del nostro preparatore atletico Giovanni Saffioti. Recupereremo la brillantezza che abbiamo perso e il terreno perduto".  Il "sali e scendi" del Covid che ha portato ad un rendimento altalenante dei singoli ha fatto il resto. Sul mercato Caffo ha annunciato che si sta ancora cercando un centrocampista, visti i problemi di Pugliese e Vitiello. Ma nell'attesa, il gruppo è comunque chiamato a dimostrare quanto vale.

Il derby di domenica può segnare una svolta per entrambe, ma ci sarà ancora metà stagione per dare risposte.

SULLA GAZZETTA DEL SUD IN EDICOLA, EDIZIONE CATANZARO, DOMENICA MATTINA UN AMPIO SPECIALE DI OTTO PAGINE SUL "DERBY" CON ANEDDOTI, INTERVISTE E CURIOSITA' SUL MATCH

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook