Giovedì, 09 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Catanzaro, avvicendamenti in vista. Rolando scalpita per tornare titolare
SERIE C

Catanzaro, avvicendamenti in vista. Rolando scalpita per tornare titolare

di

Qualcosa cambierà, è quasi inevitabile. Lo impone la terza sconfitta in quattro turni. Lo suggerisce il possibile e auspicabile rientro di un tassello importante come Rolando. Lo indicano anche le ultime prestazioni di qualche singolo. Calabro ha più opzioni e sta pesando, nella testa e sul campo, le alternative praticabili, quelle più adeguate per ricominciare la rincorsa a partire dalla gara di dopodomani con la Juve Stabia.

Le chance di Rolando, dato in netto miglioramento nel corso della settimana, sono una buona notizia per l'allenatore. Senza l'esterno genovese, fermo dalla trasferta di Bari, il Catanzaro ha perso il punto di riferimento sulla destra e ridotto, di fatto, anche l'efficacia a sinistra. Prive di Rolando - e considerando un Bearzotti mai convincente - le Aquile hanno ricevuto meno di quanto sperato con Vandeputte o Tentardini spostati a destra: il belga va meglio sulla sinistra perché può sfruttare la sua attitudine al dribbling, la capacità di accentrarsi e un tiro col destro fenomenale, mentre il compagno è un mancino naturale che, ovviamente, fatica di più in entrambe le fasi, com'è apparso evidente in casa della Turris (dove è cresciuto una volta rimesso nella sua posizione preferita). Insomma, la concreta opportunità che Rolando sia titolare fra due giorni sta facendo tirare un sospiro di sollievo al tecnico e al suo staff, che ritroverebbero fisico ed esperienza a destra, ma pure quel generale equilibrio sulle fasce che nell'ultimo periodo si è un po' perso. «Tutto inizia da te», ha scritto in una storia su Instagram una settimana fa proprio Rolando, che dopo la sconfitta di Torre del Greco ha anche postato l'immagine del fallo da rigore di Lorenzini su Vazquez con un commento laconico quanto eloquente («Una vergogna»). In effetti, quel «tutto inizia da te» si collega alle responsabilità individuali alle quali lo aveva richiamato pubblicamente lo stesso Calabro: «Deve essere la sua voglia di giocare a incidere», era stato il nocciolo del discorso del coach. Ora probabilmente ci siamo.

Rispetto al posticipo di lunedì ci saranno altre varianti in più reparti. La difesa tornerà quella di sempre: Scognamillo ha scontato il turno di squalifica e affiancherà i suoi soci Martinelli e Fazio. Gatti riprenderà dunque posto in panchina, ma solo momentaneamente: mercoledì si rimetterà in moto per i quarti di Coppa Italia Serie C a Gorgonzola contro l'Albinoleffe. Anche davanti Cianci e Bombagi farebbero bene a non restare troppo tranquilli. Li insidia Vazquez con buoni argomenti: l'argentino non è titolare da Latina (almeno in campionato), ma da subentrato ha sempre sfoderato l'atteggiamento giusto, grintoso e volitivo, che potrebbe essere premiato domenica pomeriggio. Del resto, l'ultima volta che è stato schierato dall'inizio nel torneo, il sudamericano ha lasciato il segno (su rigore). Il testa a testa fra lui, ancora capocannoniere della squadra con quattro centri, e gli altri due attaccanti rimarrà in bilico fino all'ultimo momento.

Ieri il gruppo si è allenato nel pomeriggio a Steccato di Cutro, sede della sessione in programma stamattina. Domani, sempre di mattina, la rifinitura alla stadio.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook